Cerca

festa della bruna

La fabbrica del Carro
diventa finalmente realtà

carro della Bruna a Matera

di EMILIO OLIVA

MATERA - Da anni uno dei momenti più esaltanti e partecipati della festa della Bruna, quello della costruzione del carro di cartapesta, si celebra in un luogo indegno. È la vecchia autorimessa sita nel rione Piccianello. Per tutti i materani ormai è la «Fabbrica del Carro». In realtà si tratta solo di un fatiscente capannone, una ghiacciaia d’inverno, un forno d’estate. Il lavoro dei maestri artigiani che si alternano nella costruzione del manufatto, onorando una secolare tradizione, e le visite dei materani e dei turisti che si mettono in fila per ammirare l’opera ultimata, dal giorno ufficiale della consegna fino alla vigilia della festa, si svolgono in questo contenitore malandato, spoglio e poco ospitale, candidato a far posto ad una nuova Fabbrica del Carro, degna della storia della festa e dell’arte della cartapesta. Il progetto annunciato non ha mai visto la luce. Ma oggi la speranza che il tempo degli annunci e delle attese sia ai titoli di coda è diventata concreta. La Giunta De Ruggieri ha voluto rimediare subito ad una ingiustificabile dimenticanza. E non ha perso tempo, sfruttando la prima occasione di finanziamenti regionali.

«Superando antichi ritardi e attuali pessimismi, il mese di giugno vede il Comune impegnato operativamente nell’utilizzo delle cospicue risorse derivanti dal Fondo di sviluppo e coesione. L’aggiudicazione dei lavori relativi all’edificazione della “Fabbrica del Carro” rappresenta il primo passo di un percorso che rientra nell’ambito del progetto complessivo di “Cantiere-Matera”, ovvero del programma complessivo di opere pubbliche che trasformerà la nostra città nei prossimi anni», ha tenuto a far sapere il sindaco, Raffaello De Ruggieri, commentando l’operazione conclusa dal l’assessorato Opere pubbliche.

I lavori, aggiudicati con procedura negoziata alla società Caporale di Gravina con importo a base d’asta di 671,983,96 euro, dureranno 300 giorni e cominceranno dopo la festa della Bruna 2016. La prima fase prevede la consegna, entro il 31 gennaio 2017, dell’area destinata alla realizzazione del Carro trionfale. In questo modo si potrà consentire, in tempo utile, la fruizione dei locali da parte dei maestri cartapestai. L’intervento complessivo riguarda innanzitutto la realizzazione di una struttura che sarà suddivisa su due livelli: al piano terra l’area destinata alla costruzione del Carro e, negli altri spazi, una sala fornita di servizi e destinata a aree collettive in cui svolgere convegni e attività di formazione; da quest’ultima si accederà agli ambienti sovrastanti che si svilupperanno attraverso corridoi e balaustre lungo il perimetro della struttura, in modo da consentire a visitatori e cittadini di osservare dall’alto il lavoro dei maestri cartapestai. La riqualificazione riguarderà anche l’intera area esterna alla struttura nel medesimo perimetro.

«I lavori rientrano nell’ambito di un progetto complessivo che mette in risalto le antiche professioni tra cui uno spazio qualificato è rappresentato dai maestri cartapestai – spiega l’assessore alle Opere pubbliche, Antonella Prete, che aggiunge – anche in questo caso l’impresa ha rilasciato una fidejiussione a garanzia della corretta esecuzione dell’opera. Ancora una volta il grande lavoro svolto dagli uffici tecnici del Comune sotto la guida del dirigente, ing. Sante Lomurno, in perfetta sintonia con l’assessorato, ha garantito un’attività intensa che ci ha consentito di recuperare tempo e aggiudicare lavori che miglioreranno il volto della città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400