Cerca

In Cattedrale

Mister Ventura
principe azzurro
nella sua Bari

Folla di vip del calcio e non solo per Mister Libidine a nozze con la signora Luciana

Mister Ventura  principe azzurro  nella sua Bari

di Davide Lattanzi

BARI - «Eccolo qui, il mio principe azzurro...». Le parole di Luciana Lacriola forse valgono più di mille dichiarazioni. La novella signora Ventura è raggiante nel giorno del matrimonio con il suo Giampiero in quella Bari che, a tutti gli effetti, gli ha cambiato la vita, rilanciandogli la carriera e regalandogli l’amore. Tra qualche giorno, il tecnico genovese si legherà un’altra volta, pronunciando un altro fatidico «sì»alla nazionale italiana. Già, perché la concorrenza è ormai sbaragliata: il trainer ligure sarà il successore di Antonio Conte sulla panchina azzurra. E a quel punto la nemesi sarà compiuta: Ventura (subito dopo l’Europeo francese) rileverà l’allenatore salentino alla guida dell’Italia, esattamente come (nel 2009) avvenne con il Bari.

Ma per una volta, il calcio può aspettare. Ieri il mister di Luserna San Giovanni si è abbandonato esclusivamente alle emozioni del grande evento. «Sono felice: finalmente è giunto questo momento», le sue parole, accompagnate dal consueto spirito. «Dopo una pausa di riflessione, ho detto sì», scherza. «La vita può cominciare a 70 anni? Ne ho due in meno, non è mica una differenza da poco!» ha chiosato col solito humour.

E’ stato circondato d’affetto il mister ex Torino. Quasi 200 persone si sono avvicinate alla Cattedrale di San Sabino, qualcuno esponendo vessilli biancorossi, in ricordo dell’indimenticabile Bari da «libidine» capace di centrare il decimo posto in serie A, nel 2009-10. «Auguri da tutta la Città Vecchia», esclama un anziano tifoso che Ventura abbraccia con commozione.

Tante le dimostrazioni d’affetto espresse dagli ospiti d’eccezione. «Giampiero mi mancherà al Torino», afferma Urbano Cairo, presidente granata e testimone dello sposo. «Essere al suo fianco sull’altare dimostra la solidità del nostro rapporto. Andrà in Nazionale? Non sono io la persona deputata a tali annunci. Certo è che possiede l’esperienza e l’entusiasmo giusto per tale incarico. Senza dimenticare quanto sia abile nella valorizzazione dei giovani».

L’altro testimone è Jimmy Ghione, inviato di Striscia la Notizia e tifoso torinista. «Sono emozionato - dice - è una cerimonia fantastica». Il primo ad arrivare è lo showman Piero Chiambretti, altro sostenitore granata doc. «Mi sono impegnato a venire - afferma Chiambretti - quando era ancora tecnico del Torino. Ora non lo è più, ma non potevo rimangiarmi la parola. E’ un matrimonio di passione, in una terra meravigliosa».

Arriva in stampelle Alessio Cerci, il talentuoso esterno che con Ventura ha brillato prima a Pisa, poi a Torino. «Sono reduce da un infortunio - afferma il 29enne romano, a lungo sogno proibito del Ventura biancorosso - ma volevo esserci a tutti i costi. Per me sarà più semplice riprendere la nazionale con Ventura ct? Non penso: l’azzurro si merita sul campo».

Tra i dirigenti, oltre allo stato maggiore del Torino (con in testa il dg Antonio Comi), spiccano Stefano Capozucca (ora al Cagliari) e Guido Angelozzi in forza al Sassuolo ed insieme al coach ligure proprio a Bari. «Sono felice per Giampiero - dichiara Capozucca - un tecnico di assoluto valore che forse ha raccolto meno di quanto meritava». «Qui a Bari abbiamo vissuto un’annata difficile - aggiunge Angelozzi - e non riuscimmo ad evitare la retrocessione: soffrimmo insieme e siamo rimasti legati. Se Ventura sarà ct della nazionale sarà il giusto coronamento della sua carriera».

Dopo la cerimonia celebrata da don Franco Lanzolla, storico parroco del Borgo Antico, gli sposi hanno festeggiato col ricevimento a Villa La Siragusa, in zona Palombaio. Maestoso il coktail di benvenuto per i circa 150 invitati: cornettini di sfoglia, mini tartare di salmone, babà alla mousse di ricotta alcune tra le delicatessen, arricchite dalle delizie del casaro e da fritturine tipiche. E poi tartare di spigola, mezzi paccheri con assoluto di aragosta, orecchiette al pesto di fagiolini, catalana d’astice e boccaccetto di anguria hanno anticipato un buffet di dolci ricco di ogni golosità. Tra i vini, spumante, rosato, barbera e moscato «Damilano», nonché un Bellavista Rosè Franciacorta.

Una serata magica, con gli amici che hanno accompagnato la lunga carriera. Da oggi, ogni ora sarà utile perché Ventura sia annunciato neo ct azzurro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400