Cerca

amministrative

Brindisi: candidato denuncia
furto e ustioni mani in azienda

comune di Brindisi

BRINDISI - Un candidato consigliere comunale della lista civica 'Viva Brindisì, Marco Dinota, che sostiene l'aspirante sindaco della coalizione di centrodestra (Forza Italia e Fratelli d’Italia), Nicola Massari, ha denunciato alla Digos di Brindisi di aver subito il furto del portafogli e di essersi ustionato le mani nel tentativo di recuperare i bigliettini elettorali lasciati da qualcuno nel cestino dei rifiuti. All’interno dello stesso ci sarebbe stata una sostanza irritante che gli avrebbe provocato delle ustioni.

Dinota ha denunciato alla Digos, al fianco del suo avvocato Andrea Giacani, che l’episodio si è verificato mentre si trovava al lavoro nell’azienda Sanofi Aventis di cui è dipendente. L'uomo è stato medicato prima in azienda e poi in ospedale.

«Il fatto è gravissimo - dichiara in una nota il candidato sindaco Massari - ed è un puro messaggio in stile mafioso a chi coraggiosamente si è candidato, per vietargli la libera propaganda elettorale ed intimorirlo come avversario politico. La Sanofi-Aventis deve chiarire subito ciò che è accaduto nella certezza che anche gli investigatori svolgeranno al meglio il loro lavoro».

«Esprimo la piena solidarietà a Marco Dinota a nome mio e di tutti i candidati di Forza Italia per il vile attentato subito nel suo ufficio - afferma Mauro D’Attis, capolista di Forza Italia a Brindisi - gli hanno procurato l’ustione delle mani ma non intaccheranno le sue e le nostre idee. Continuiamo ad essere impegnati nella nostra battaglia per la civiltà e la legalità». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400