Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 11:45

tommy parisi a monopoli il 1 giugno

Il figlio del boss canta
Dopo il carcere, lo show

Lo farà il primo giugno a Capitolo, la nota frazione balneare di Monopoli, e già si annuncia il tutto esaurito

Il figlio del boss cantaDopo il carcere, lo show

Tommy Parisi torna a esibirsi in un concerto dal vivo. Lo farà il primo giugno a Capitolo, la nota frazione balneare di Monopoli, e già si annuncia il tutto esaurito, a giudicare dal tam tam tra i fan e gli amanti della musica neomelodica.
La «resurrezione» del figlio di Savinuccio si consuma sul palcoscenico. Dopo l’arresto a metà del marzo scorso e 18 giorni di carcere (la sua «prima volta»), Parisi riprende la sua strada. Secondo la Direzione distrettuale antimafia il cantante sarebbe organico all’organizzazione criminale governata dal padre e in virtù di questo teorema ne aveva chiesto e ottenuto l’arresto. Ma il gip è stato di altro parere, accogliendo la tesi del difensore, l’avvocato Nicola Lerario, e riconoscendo a Parisi junior la distanza dagli affari illeciti di famiglia. «Cantante di talento che ha costruito la sua carriera autonomamente senza alcun tipo di aiuto e agevolazione da parte del mondo della criminalità organizzata».
Così, dopo essere tornato ad esibirsi sul network televisivo Euronews Puglia, Tommy è pronto per tornare in concerto. Da giorni è chiuso in sala prove, inseguito dal calore dei fan. Ai quali, appena tornato in libertà, ha dedicato un pensiero sulla bacheca di una delle sue pagine social: «Buonasera a tutti, mi preme ringraziare tutti voi per la vicinanza e il sostegno che mi avete manifestato attraverso i tanti messaggi sui social e in posta; questa mia assenza non mi ha allontanato da voi, con il mio cuore ho continuato a sentire il vostro affetto stringermi forte come amorevoli e confortanti braccia. La fede nel Signore mi ha sorretto come anche la fiducia nel corso della Giustizia. Spero di potervi presto restituire tutto l'affetto che mi avete dimostrato, perché, come voi, la musica per me è la mia "vita"».
Della sua esperienza giudiziaria, Tommy Parisi, non ha nessuna intenzione di parlare. Il trauma è ancora fresco. Un giorno, chissà. «Ho capito che tutto può essere letto in maniera completamente opposta - si fa sfuggire - che tutto può essere strumentalizzato. L’importante è tornare a fare musica, che è il mio ossigeno».
Fan, curiosi, appassionati sono pronti alla performance di Capitolo. Perché questo «concerto della resurrezione» non è stato organizzato a Bari? Troppi veleni, gli organizzatori hanno preferito tenere lontane le polemiche e lasciare spazio soltanto al protagonismo del cantante.
(red. cro.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione