Cerca

Sabato 26 Maggio 2018 | 06:26

tradizioni

Tre paesi in pellegrinaggio
alla «sedia del diavolo»

Sant'Alberto a Pietramontecorvino

di DINO DE CESARE

PIETRAMONTECORVINO - Si rinnova domani, lunedì 16 maggio, a Pietramontecorvino il rito millenario che unisce tre paesi, conosciuto come «processione dei palii». Ricorre il 128° pellegrinaggio dal borgo antico al sito archeologico di Montecorvino, un cammino che si sviluppa in 7 chilometri di devozione: al termine si raggiunge la «sedia del diavolo», l’imponente torre simbolo del sito dove sono ci sono i ruderi dell’antica cattedrale che fu dimora di Sant’Alberto. La processione è uno spettacolo di colori e partecipazione: si muoverà alle 8.30 da Pietramontecorvino composta da centinaia di donne, uomini e bambini preceduti da enormi palii, fusti d’albero addobbati con fazzoletti variopinti che vengono portati a braccia con l’aiuto di lunghe funi.
In mezzo, tra i palii e il popolo dei fedeli, c’è la statua del santo che unisce i tre paesi originari dell’antica Montecorvino: Motta, Volturino e Pietramontecorvino, ai quali si uniscono fedeli e cittadini dei tre centri emigrati in Italia e all’estero accomunati dalla devozione per Sant’Alberto. Tutti insieme, a piedi, percorrono i sette chilometri che separano il paese da Montecorvino. E’ una processione che si snoda in mezzo alla campagna, in un sentiero di terra battuta.

Il culto di Sant’Alberto si rinnova dal 12° secolo: la tradizione vuole che nel 1889, in seguito a una grave siccità, il popolo invocò l’aiuto del vescovo santo. Questi apparve in sogno a due donne, disse che i fedeli avrebbero dovuto compiere un pellegrinaggio penitenziale fino ai ruderi del monte Corvino. E così il 16 maggio di 122 anni fa il popolo dei tre paesi s’incamminò verso il monte portando la statua del patrono. Al ritorno arrivò la tanto sospirata pioggia. E ancora oggi, ai piedi dell’antica torre, dopo la messa, si svolge la stessa cerimonia propiziatoria: la statua viene portata in processione intorno ai ruderi dell’antica cattedrale e posizionata con il viso rivolto ai campi per impartire la benedizione ai raccolti. La tradizione del palio ha origini pagane come rito propiziatorio della fertilità, confluito poi nella pratica cristiana. Le donne offrivano al santo i loro fazzoletti per chiedere che il patrono proteggesse i loro uomini in guerra.

I palii, che possono raggiungere in alcuni casi i 20 metri, permettevano a chi restava in paese e non poteva partecipare alla processione di seguire la statua di Sant’Alberto anche a distanza. Ancora oggi il palio viene «vestito» con scialli e fazzoletti tenuti insieme con fasce per neonati. Un tempo la raccolta dei fazzoletti per molti giovani era forse l'unica occasione per conoscere e incontrare le donne, il cui nome veniva scritto su un pezzo di carta e appuntato a un angolo del fazzoletto sotto la fascia con cui era avvolto il palio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Calenda Emiliano

Ilva, Emiliano soddisfatto: sconfitto
ministro Calenda e governo uscente

 
Due punti penalizzazione al BariTre mesi squalifica a Giancaspro

Due punti penalizzazione al Bari
Tre mesi squalifica a Giancaspro

 
Decreto del ministro: locali a Modugno per supplire al Palagiustizia di Bari

Palagiustizia di Bari: locali a Modugno, e tre tensostrutture nel cortile

 
il sindaco di Lucera Antonio Tutolo

Sindaco di Lucera indagato per l'ex Tribunale non in sicurezza

 
latte

«Idrocarburi pesanti presenti nel latte»

 
Lo scontro treno tir a Cisternino avvenne alle ore 13.30 del 24 settembre 2012

Scontro treno tir tra Ostuni Fasano: medaglia al ferroviere

 
Penalista di Cerignola aggredito e rapinato in casa

Penalista di Cerignola aggredito e rapinato in casa

 
tavolo di lavoro prefettura di Latiano

Il Canale Reale ad una svolta, Comuni pronti ad investire

 

MEDIAGALLERY

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Italia TV
Code per vedere spoglie Giovanni XXIII in Duomo Bergamo

Code per vedere spoglie Giovanni XXIII in Duomo Bergamo

 
Mondo TV
Allarme obesita', nel 2045 uno su 4 sovrappeso nel mondo

Allarme obesita', nel 2045 uno su 4 sovrappeso nel mondo

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Spettacolo TV
Ricordando Carrie Fisher

Ricordando Carrie Fisher

 
Sport TV
Il Giro d'Italia riparte dalla Reggia di Venaria

Il Giro d'Italia riparte dalla Reggia di Venaria

 
Calcio TV
Il Bologna esonera Donadoni, pronto Pippo Inzaghi

Il Bologna esonera Donadoni, pronto Pippo Inzaghi

 
Economia TV
L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde