Cerca

monte sant'angelo

Chi non ha soldi per le tasse
lavorerà per la comunità

Nel comune sarà possibile già da quest'anno

lavori di pubblica utilità

MONTE SANT’ANGELO - Un mezzo per educare la gente a pagare comunque le tasse pur in assenza della possibilità di farlo (ossia dei soldi), ricorrendo però a modalità alternative. E’ in sintesi la funzione del cosiddetto baratto amministrativo. La innovativa procedura è sbarcata anche a Monte Sant’Angelo (uno dei primi Comuni in Puglia ad adottare l’innovativo strumento), il cui Comune è retto da una troika prefettizia (Andrea Cantadori, Alberto Monno e Sebastiano Giangrande) dal luglio 2015 in seguito allo scioglimento dell’assise per (presunte) infiltrazioni mafiose deciso sei mesi fa dal Governo Renzi (ministro dell’Interno Angelino Alfano).

Lo strumento è stato suggerito dal mondo associazionistico e dal movimento 5 stelle e recepito dai commissari che guidano il Comune dell’Arcangelo dal luglio scorso. Non hai soldi per pagare le tasse? Puoi farlo svolgendo un lavoro a favore della collettività. Per ricorrere al baratto amministrativo è necessario aderire al progetto attraverso la compilazione di un modulo da ritirare presso il Comune. L’annualità prevista è quella corrente ossia del 2016 (per il pregresso non è ammesso usufruire dell’alternativa) e vi possono ricorrere solo coloro i quali hanno un reddito non superiore ai cinquemila euro all’anno.

Il regolamento per l’applicazione del baratto amministrativo è stato approvato dalla commissione straordinaria (con i poteri del consiglio comunale) lo scorso 17 dicembre. Attraverso tale disposizione si introduce una procedura snella e non onerosa, denominata appunto baratto amministrativo, in base alla quale i cittadini e le associazioni possono essere autorizzati a realizzare specifiche attività qualificate come di “pubblico interesse” in cambio di agevolazioni tributarie, sotto forma di esoneri o riduzioni, per un periodo limitato e definito e per specifici tributi di competenza comunale (Imu, Tasi, Tari).

Nella tipologia di interventi rientrano la pulizia dei locali di proprietà comunale, servizi di pubblica utilità, recupero di spazi pubblici e di edifici in disuso, manutenzione delle aree giochi per bambini, arredo urbano, pulizia delle strade, piazze, marciapiedi e altre pertinenze stradali di proprietà o di competenza comunale ect. Da aggiungere infine che con deliberazione della giunta comunale da adottarsi entro febbraio di ogni anno vengono approvati i progetti ammissibili e nel contempo individuati quelli finanziati nel limite delle risorse a disposizione, dando priorità nell’ordine a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute e ai progetti di iniziativa comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400