Cerca

La prossima settimana

Inchiesta petrolio, pm Potenza
sentiranno il ministro Delrio

Inchiesta petrolio, pm Potenza sentiranno il ministro Delrio

POTENZA - L’inchiesta sul petrolio in Basilicata va avanti. Dopo aver ascoltato a Roma il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Claudio De Vincenti, il «pool» di Potenza sentirà (probabilmente nella prossima settimana) anche il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio.

Dopo la richiesta della Procura giunta in tarda mattinata, De Vincenti è stato ascoltato nel pomeriggio dai pm Francesco Basentini e Laura Triassi, arrivati nella Capitale insieme al capo della Squadra mobile di Potenza, Carlo Pagano. «Ho fornito - ha detto De Vincenti al termine del colloquio - tutte le informazioni richieste chiarendo le scelte di politica industriale che sono alla base dei provvedimenti del Governo». Il nome del sottosegretario era emerso in alcune telefonate, intercettate, tra l’ex Ministra dello sviluppo economico Federica Guidi (di cui De Vincenti era viceministro) e il compagno Gianluca Gemelli, uno dei principali indagati dell’inchiesta. Tra le altre cose, i pm hanno approfondito con l'esponente del Governo alcuni aspetti riconducibili a quelle intercettazioni.

A Roma oggi i magistrati potentini hanno ascoltato anche Teresa Di Matteo (vice capo di gabinetto del Ministro Delrio) su alcuni aspetti legati alla proroga decisa dallo stesso Delrio delle Autorità portuali, tra le quali quella per Augusta di Alberto Cozzo (che - secondo gli investigatori - è un altro dei componenti della «cricca» del petrolio). E questo è sicuramente uno degli argomenti che saranno affrontati nel prossimo colloquio con Delrio.

Intanto domani la trasferta romana dei pm proseguirà con altri interrogatori. Come persone informate sui fatti, per il filone «siciliano» dell’inchiesta, saranno ascoltati il capitano di vascello Mauro Enrico Costa, uno dei componenti della Fondazione «Italianieuropei», Ivano Russo, il portavoce del Ministero della Difesa, Andrea Armaro, e il dirigente dell’Ufficio di gabinetto dello stesso Ministero, Simone Mazzucca.

A breve è prevista anche la chiusura delle indagini preliminari per quanto riguarda alcune parti dell’inchiesta, e in particolare il filone Eni (ma le analisi epidemiologiche sono ancora in corso) e il filone «Tempa Rossa», il Centro Oli della Total in realizzazione a Corleto Perticara (Potenza).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400