Cerca

Gambizzato in strada dopo una lite

I Carabinieri della compagnia di Francavilla hanno arrestato in serata un 17enne

Gambizzato in strada dopo una lite

di Mimmo Mongelli

Stava tornando a casa quando si è trovato di fronte un 17enne con cui da diversi giorni aveva accesi diverbi: è scoppiata l’ennesima lite nel corso della quale il giovanissimo ha estratto una pistola ed ha sparato al “rivale”. Il proiettile ha raggiunto Marco Enrico Scarciglia, 35 anni, torrese, al polpaccio. Soccorso dall’equipe di un’ambulanza del 118, il 35enne è stato trasportato all’ospedale Perrino di Brindisi, dove i medici lo hanno sottoposto ad intervento per estrarre il proiettile, che era rimasto nella gamba del musicista.

La gambizzazione è avvenuta ieri pomeriggio, qualche minuto dopo le 15, in via Calabrese, all’altezza del civico 2, a Torre Santa Susanna. Scarciglia stava tornando a casa quando, appena sceso dalla sua auto, si è trovato di fronte un giovanissimo con cui, stando a quello che hanno accertato i carabinieri, nei giorni scorsi aveva già avuto più di una discussione per problemi di vicinato. Non è dato sapere cosa, ieri pomeriggio, abbia innescato la miccia. Di certo c’è che da un momento all’altro il 17enne ha estratto una pistola – un’arma clandestina calibro 7,65, in serata recuperata dai carabinieri - e ha premuto il grilletto. Per fortuna il proiettile ha raggiunto il 35enne agli arti inferiori. Avrebbe potuto essere un’immane tragedia. Dopo aver sparato, il giovanissimo si è immediatamente dato alla fuga. Quando i carabinieri della stazione di Torre e della compagnia di Francavilla Fontana sono arrivati sul posto, del pistolero solitario non c’era più traccia. Sono immediatamente scattate le ricerche del feritore che, in serata, è stato rintracciato dai carabinieri, ed arrestato.

Un fatto molto grave. La circostanza che un ragazzo appena più che adolescente non solo se ne vada in giro con una pistola, ma non esiti a usare l’arma contro la persona con cui aveva litigato, è davvero preoccupante. Non a caso ieri, appena al 112, il numero di pronto intervento dell’Arma è arrivata la notizia della gambizzazione avvenuta in pieno giorno, a Torre Santa Susanna si è recato il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Nicola Conforti. Una volta identificato l’attentatore, i militari dell’Arma hanno immediatamente messo in moto la macchina della ricerche, in cui sono stati impegnati tutti gli uomini disponibili. Ricerche che, alla fine, hanno portato all’arresto del 17enne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400