Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 22:26

l'evento

Anche la danza aerea
per festeggiare San Nicola

L’anno scorso il corteo curò l’aspetto filologico dell’evento, quest’anno si soffermerà sulla tradizione e sull'attesa dell’arrivo del santo

danza aerea

BARI - San Nicola, il patrono di Bari venerato anche dai fedeli ortodossi, sarà festeggiato il prossimo fine settimana, 6-7-8 maggio, con una serie di eventi che culmineranno nel tradizionale corteo storico di sabato 7 maggio. Il programma della tre giorni è pubblicato sul sito web 'corteosannicola.it' in cinque lingue, compreso il dialetto barese.
«Sarà uno spettacolare popolare - ha detto il regista Francesco Brollo - dedicato ai baresi e a tutti i fedeli del santo vescovo di Myra, nel rispetto della base storica. Nel percorso ci saranno degli spettacoli di danza aerea curati dalla compagnia di ResExtensa in collaborazione con Motus Modules e Noè-Molecole Show per la regia di Elisa Barucchieri». «Ma la festa - ha spiegato Brollo - inizierà già nel venerdì pomeriggio nella città vecchia dove ci saranno spettacoli itineranti di bambini e musicisti, quasi un 'sabato del villaggiò, un’attesa dell’evento dello sbarco delle reliquie del Santo».
«Lo spettacolo di danza è una prima assoluta - ha detto la regista Elisa Barucchieri - è nato grazie alla partecipazione ad un bando regionale per la realizzazione di un corso di formazione per ballerini, siamo stati intercettati dal Comune di Bari che ha creduto nell’inserimento di questa idea di sogno e di leggerezza all’interno del corteo storico e siamo convinti che lo spettacolo sarà molto apprezzato dai visitatori».

«I pellegrini, provenienti tradizionalmente dalla Campania e dal Molise - ha detto il priore della Basilica di san Nicola, padre Ciro Capotosto - quest’anno nel 929esimo anniversario della traslazione delle ossa del Santo giungeranno in tanti, anche dall’estero, e la partecipazione della popolazione della città vecchia porterà ad un grande coinvolgimento in gesti di fede». «Dal 1087 - ha concluso il sindaco di Bari, Antonio Decaro - quando sono giunte le reliquie del santo a Bari, San Nicola ha rappresentato l’identità della città. L’anno scorso il corteo curò l’aspetto filologico dell’evento, quest’anno si soffermerà sulla tradizione e sull'attesa dell’arrivo del santo, quasi una predisposizione della città alla crescita ed al miglioramento sotto la benedizione del Patrono».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione