Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 20:21

bari

Dipendente Amiu rubava
gasolio dell'azienda
Arrestato in flagrante

A darne notizia è stato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che sulla sua pagina facebook, ha chiesto all’azienda che l’uomo venga licenziato

Amiu

BARI - Stava rubando il carburante dal serbatoio di un mezzo dell’Amiu utilizzato per il lavaggio dei cassonetti: è stato colto in flagrante ed è stato arrestato dai carabinieri un dipendente dell’azienda municipale dei igiene urbana di Bari sorpreso durante il suo turno di lavoro. Ora rischia anche il licenziamento.
A darne notizia è stato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che sulla sua pagina facebook, ha chiesto all’azienda che l’uomo venga licenziato.

«Comportamenti simili - ha commentato Decaro - si verificano anche in altre aziende comunali. Per questo ho chiesto ai dirigenti di proseguire con i controlli con le forze dell’ordine e di assumere provvedimenti esemplari». "Basta con i furbetti, non ne possiamo più di questa gente che pensa di 'fregarè il presidente dell’azienda o il sindaco e invece sta 'fregandò tutti i suoi colleghi onesti. E sta fregando un’intera città». «Ma la Bari perbene - conclude - adesso reagisce. E quando reagiscono le persone perbene, per i disonesti non c'è più scampo».

Si chiama Giuseppe Bosco, di 54 anni di Bari, il dipendente Amiu arrestato in flagranza la notte scorsa dai carabinieri per il furto di carburante da mezzi dell’azienda di igiene urbana barese. L’accusa è di tentato furto aggravato in concorso.
Con lui i carabinieri hanno sorpreso un presunto complice, gestore di un distributore di carburanti a Bari, che è stato denunciato con la stessa accusa e con il quale l’uomo avrebbe succhiato gasolio dal serbatoio di un camion speciale dell’azienda impiegato per la pulizia delle strade e su cui il dipendente era in servizio. Quando sono arrivati i carabinieri, i due erano per strada e avevano già riempito alcune taniche con 75 litri di carburante. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione