Cerca

INDISCREZIONI

Carmen Consoli alla Taranta
prima maestra concertatrice

I rumors vogliono che sia lei a succedere a Phil Manzanera che ha diretto la scorsa edizione e questa è una bella e grande notizia perché è la prima volta che sul mega palco del Piazzale degli Agostiniani arriva una «maestra concertatrice»

Carmen Consoli

di OSVALDO SCORRANO

LECCE - Circolano con maggior insistenza le voci che il prossimo maestro concertatore della Notte della Taranta, il 27 agosto a Melpignano, sia la «cantantessa» Carmen Consoli, siciliana verace di Catania. I rumors vogliono che sia lei a succedere a Phil Manzanera che ha diretto la scorsa edizione e questa è una bella e grande notizia perché è la prima volta che sul mega palco del Piazzale degli Agostiniani arrivi una «maestra concertatrice», per di più una donna del Sud, dopo che quel ruolo lo hanno ricoperto musicisti di sesso maschile, da Vittorio Cosma a Piero Milesi, da Stewart Copeland ad Ambrogio Sparagna, da Goran Bregovic a Giovanni Sollima, da Ludovico Einaudi a Mauro Pagani.
Lei, amatissima nel Salento, per avervi tenuto numerosi ed acclamatissimi concerti, ha già partecipato come preziosa ospite nel 2006, nell’ultima edizione di Ambrogio Sparagna e con lei ci furono anche anche Lucio Dalla, Peppe Servillo, Carlos Nunez, i gloriosi Buena Vista Social Club. In quell’occasione unì la sua voce in un incandescente duetto, a quella di Alessia Tondo, stregando il pubblico con brano della tradizione salentina Benedetto ci fice lu mundu e un altro in pura lingua grecanica Aremu rindineddha, entrambi vessilli di quella cultura.

Carmen Consoli, una delle cantautrici più apprezzate della musica leggera italiana, succede ad un altro musicista siciliano di rango come Giovanni Sollima, che per due anni ha scandito col suo violoncello quella la magica notte, facendo vibrare le corde del suo strumento.
Sicuramente anche Carmen Consoli non si sentirà «straniera» nel Salento perché proviene da una parte della Sicilia dove i due dialetti sembrano fondersi in un unico assioma e del resto lei ha da sempre dichiarato il suo affetto per questa parte di Puglia.
Da quel che si dice, lei è riuscita a spuntarla su una rosa di possibili candidati per quel ruolo ambito, come Franco Battiato, Giuliano Sangiorgi, Francesco De Gregori. Se così dovesse risultare, va detto che si tratta di una scelta ponderata nel solco di una tradizione e continuità culturale, perché lei sicuramente dialogherà con tutte quelle forze che si sono sviluppate attorno alla Notte della Taranta, alle voci e agli strumentisti che gravitano attorno all’Orchestra Popolare della Notte della Taranta, sicuramente ne amplierà il potenziale dandone maggiore linfa ed energia.
Ora, nell’attesa che le voci vengano confermate nel corso dalla consueta conferenza stampa che si tiene ogni anno a Roma verso la metà di aprile, questa appare una bella vittoria per le donne, per il Sud, per Carmen Consoli e la sua luminosa carriera che lei ha costruito passo dopo passo, con la sua voce e le sue ispirazioni sonore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400