Cerca

Il presidente dell'Enel Brindisi di basket

Amministrative a Brindisi
Il Pd presenta Marino

Un’altra parte del Pd, intanto, pensa alle prossime consultazioni referendarie del 17 aprile

emiliano e marino

BRINDISI - «E' un compito difficile, durissimo, che cambia completamente la vita. Dal giorno dopo neanche i tuoi parenti più stretti ti guardano come prima. Sei il candidato sindaco, poi il sindaco e ti devi occupare di tutti gli altri. Questo processo inizia oggi con la candidatura».

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia e segretario del Pd, Michele Emiliano, oggi a Brindisi per la presentazione dell’imprenditore e presidente della Legabasket, oltre che dell’Enel Basket Brindisi, Nando Marino, a candidato del Partito democratico e del centrosinistra a sindaco di Brindisi. Marino, al fianco di Emiliano, ha risposto alle domande dei giornalisti annunciando, in caso di elezione, di voler lasciare tanto la presidenza dell’Enel Basket, pur restandone socio, tanto quella della Lega, a scadenza del mandato.

«Nessun conflitto di interessi con Enel, che è solo il main sponsor della squadra e che esisteva, esiste ed esisterà in questa città» ha spiegato Emiliano rispondendo alle domande dei giornalisti. 'Focus', poi, sulla situazione di grave crisi finanziaria in cui versa il Comune di Brindisi e sui programmi per riportare «alla legalità» la gestione della cosa pubblica fiaccata dalle inchieste della magistratura che hanno portato all’arresto dell’ex sindaco Pd, Mimmo Consales.

«Ho accettato questa candidatura - ha risposto Marino ai giornalisti - perché sono uno sportivo e sono un incosciente. Me lo ha chiesto Emiliano, amo questa città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400