Cerca

Bloccato durante un controllo

Lecce, soldi falsi e prostitute
in casa: arrestato un romeno

IN auto il prezzario delle ragazze che pubblicavano annunci e foto su sito di incontri a luci rosse

POSTO BLOCCO POLIZIA LECCE

LECCE - Dai soldi falsi allo sfruttamento della prostituzione. E' andata male a un giovane 26enne rumeno arrestato ieri dalla Polizia a Lecce e incappato in un posto di blocco organizzato in occasione delle festività.
Fermato in via Leuca di Lecce a bordo di u'auto con targa rumena, dopo un controllo è stato trovato in possesso di oltre 4mila euro in banconote da 20 euro false perchè avetni tutte lo stesso numero di serie.
Accompagnato in Questura, gli agenti hanno scoperto la vera attività del giovane: gestiva ragazze romene che si prostituivano in alcuni appartamenti leccese dove aver pubblicato alcuni annunci su sito di incontri con nick name del tipo “Chanel” e “Belen”: una delle ragazze veniva trovata proprio a casa sua e nella sua auto, il romeno aveva un vero e proprio listino prezzi di prestazioni da 100 e 200 euro. E quella che lui indicava come amica, in realtù era una delle sua lucciole visto che sul suo cellulare aveva ancoa le foto scattate alla giovane, immagini poi pubblicate sul sito di incontri.
Inevitabili, quindi, le manette per il 26enne per sfruttamento della prostituzione e detenzione di banconote false.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400