Cerca

lecce

«Street control»
a caccia di auto
senza assicurazione

Uno strumento elettronico con due telecamere che, posto sopra una delle vetture della Polizia locale, rileverà digitalmente le violazioni al Codice della strada e lo stato documentale dei veicoli

street control a lecce

di FABIO CASILLI

LECCE - Obiettivo dichiarato è stanare quanti - e non sarebbero pochi - se ne vanno tranquillamente in giro per le strade di Lecce senza assicurazione auto. Secondo quanto rivelato ieri dal Comando di Polizia locale del capoluogo salentino, infatti, addirittura un buon 20-30 per cento delle vetture in circolazione sarebbe senza copertura assicurativa.
Il compito di scovare i «furbetti» non solo sprovvisti di assicurazione, ma magari anche senza revisione periodica del veicolo, sarà il cosiddetto «Street control». Uno strumento elettronico con due telecamere che, posto sopra una delle vetture della Polizia locale di Lecce, rileverà digitalmente le violazioni al Codice della strada e lo stato documentale dei veicoli, che incontrerà lungo il suo percorso in città. Il nuovo sistema, costato al Comune 38mila euro, è stato presentato, ieri mattina, dal comandante Donato Zacheo e dall’assessore al Traffico Luca Pasqualini. Già attivo in tante città italiane e anche in Puglia, è stato sperimentato da una settimana ed entrerà ufficialmente in funzione il prossimo 30 marzo.

«Intendiamo ripristinare il rispetto delle regole e degli spazi pubblici - ha sottolineato l'assessore Pasqualini - Abbiamo creduto, sin dal primo momento, in questo progetto investendo risorse pubbliche al fine di garantire la sicurezza dei cittadini e di quanti vengono a visitare la nostra città».
Sulla stessa lunghezza d'onda il comandante Zacheo: «Il nostro obiettivo prioritario resta sempre quello di garantire la sicurezza dei cittadini - ci ha tenuto a precisare - Nel corso della nostra quotidiana attività, ci siamo resi conto che il numero di auto non coperte da assicurazione o a cui manca la revisione prevista cresce di giorno in giorno. L'auspicio è che la capillarità dei controlli inneschi un meccanismo virtuoso, che induca gli automobilisti a prestare maggiore attenzione alla scadenza delle polizza assicurativa e all’efficienza dei veicoli». Ma, grazie all’innovativo sistema, si potranno scovare anche le vetture rubate o qualche automobilista denunciato per omissione di soccorso, dopo un incidente. Senza trascurare le auto parcheggiate in doppia fila, sulle corsie preferenziali, sugli attraversamenti pedonali o sui marciapiedi. «Ovviamente - ha chiarito Zacheo - lo “Street control” entra in azione in assenza del conducente dell'autovettura. In caso contrario, faremo la contestazione immediata».

Ma come funziona materialmente? Le due telecamere, ciascuna con due obiettivi (uno a infrarossi e l’altro a colori), rileveranno le targhe delle auto che incontreranno e le trasmetteranno in modalità wi-fi al tablet, con sistema operativo android, gestito dagli agenti a bordo. Il sistema è in grado di fornire una sorta di “radiografia” in tempo reale dello stato amministrativo del veicolo, pescando nei database dell’Ania (Assicurazione nazionale fra le imprese assicuratrici) per la verifica della copertura assicurativa, in quelli della Motorizzazione civile per la verifica dello stato di fermo amministrativo o di sequestro, e nella banca dati del Ministero degli Interni per il riscontro con l’elenco dei veicoli oggetto di furto. Ma non solo. Il software può essere personalizzato dall’Amministrazione con l’introduzione delle cosiddette “white/black list”. A Lecce dialogherà, sin da subito, con la banca dati del settore Traffico e Mobilità che contiene le targhe dei veicoli autorizzati al transito nella Ztl; ci sarà inoltre la possibilità di create “liste nere” per intercettare veicoli su cui sono in corso delle indagini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400