Cerca

taranto

Rilasciavano false patenti
sospeso funzionario
Motorizzazione: 66 indagati

Sospenso dall’esercizio dell’attività anche l'ex titolare di un’autoscuola di Manduria.

patenti cqc

TARANTO - Avrebbero ideato un sistema ben congegnato che consentiva, in assenza dei presupposti di legge, di far rilasciare o rinnovare agli uffici della Motorizzazione civile di Taranto, patenti e abilitazioni professionali denominate 'Cqc' (Carta qualificazione conducente). I carabinieri hanno notificato un’ordinanza di misura interdittiva di sospensione dall’incarico a un funzionario della Motorizzazione, Michele D’Ippolito, di 62 anni, residente a Villa Castelli (Brindisi), e di sospensione dall’esercizio dell’attività all’ex titolare di un’autoscuola di Manduria, Massimiliano Greco, di 48.

I compensi illeciti che sarebbero stati percepiti dal titolare della scuola guida di volta in volta, parte dei quali veniva corrisposta all’infedele funzionario, variavano da 250 a 3.800 euro per operazione. I due sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di concorso continuato in corruzione, accesso abusivo a sistema informatico o telematico e falsità ideologica, reati commessi nel 2014. I provvedimenti interdittivi sono stati emessi dal gip del Tribunale di Lecce Vincenzo Brancato, su richiesta del sostituto procuratore Angela Rotondano. Sono 66 in tutto gli indagati.

Dagli accertamenti sono risultati 62 inserimenti nel sistema informatico della Motorizzazione, a opera di D’Ippolito, su una serie di dati falsi relativi al possesso di patenti estere o rilasciate da autorità militari convertite in patenti ordinarie italiane, nonché relativi al completamento di corsi di formazione ed esami per il rilascio o il rinnovo del certificato di abilitazione professionale al trasporto di merci e persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400