Cerca

cerignola

Arrestati 5 rapinatori
a Matera
picchiarono gioielliere

Durante le indagini delle squadre mobili delle questure di Matera e Foggia e della Polizia stradale di Bari sarebbero stati raccolti elementi anche per altre rapine avvenute in Puglia nei mesi scorsi

polizia

MATERA - Cinque persone, tutte di Cerignola (Foggia), sono state arrestate dalla Polizia stamani, all’alba, a Cerignola (Foggia), con l’accusa di essere responsabili dell’aggressione ad un gioielliere di Matera - avvenuta nel novembre scorso - allo scopo di rapinare il suo negozio, cosa che non avvenne per la reazione del commerciante.
I cinque (due portati in carcere, tre agli arresti domiciliari) sono accusa di rapina pluriaggravata, detenzione e porto illegale di armi e lesioni personali. Durante le indagini delle squadre mobili delle questure di Matera e Foggia e della Polizia stradale di Bari sarebbero stati raccolti elementi anche per altre rapine avvenute in Puglia nei mesi scorsi.

Il taglio o la crescita di barba e baffi erano uno dei modi che i cinque uomini di Cerignola (Foggia), arrestati stamani dalla Polizia per un tentativo di rapina fatto a Matera nel novembre 2015, avevano per cercare di evitare le indagini degli investigatori dopo ogni «colpo» messo a segno in Puglia.
E’ uno dei particolari emerso stamani, a Matera, nell’incontro con i giornalisti durante il quale gli investigatori della squadra mobile e della Polizia stradale materana e pugliese hanno spiegato aspetti delle indagini che hanno portato all’arresto dei cinque uomini, di età compresa fra 54 e 41 anni.

La rapina contro il gioielliere di Matera fu tentata la mattina del 10 novembre scorso: ma il commerciante reagì nonostante le percosse e i colpi ricevuti con il calcio di una pistola e i cinque - per la prima volta «in trasferta» in Basilicata - si allontanarono. Attraverso riscontri e controlli anche da parte della Polizia stradale, gli investigatori hanno stabilito che tutti e cinque erano a Matera quella mattina: si tratta di pregiudicati molto noti, responsabili di altre rapine, anche in autostrada, in particolare ad alcune stazioni di servizio situate in Puglia. Gli arresti (due in carcere, tre ai domiciliari) sono stati disposti dal gip di Matera, Angelo Onorati, su richiesta del pm, Anna Franca Ventricelli. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400