Giovedì 19 Luglio 2018 | 09:59

innovazione

Ecco a Bari i cartelli 2.0
informazioni sul telefonino

«È il primo tassello di una strategia tesa a collegare tra loro i monumenti cittadini all’interno di una logica di percorsi culturali e artistici»

nuovi cartelli a Bari

di NINNI PERCHIAZZI

BARI - Da piazza Mercantile alla Cattedrale, dalla Basilica al Castello svevo: sono 32 i nuovi cartelli informativi «2.0» in via di installazione nella città vecchia, dedicati a turisti e baresi, con la descrizione di beni artistici e culturali. Le paline informative turistiche, si chiamano così, saranno collegate tramite codice «Qr» (quick response code) a un portale web. Così, basterà «strisciare» il codice col telefonino per avere in diretta informazioni e note storiche su ogni monumento indicato in cinque lingue (italiano, inglese, francese, russo e spagnolo). Inoltre sarà possibile avere notizie sugli orari di apertura e chiusura dei monumenti e l’eventuale costo del biglietto di ingresso.

Entro una decina di giorni il progetto sponsorizzato dal Rotary club Bari potrà andare a regime in virtù del completamento delle istallazioni e la presentazione del sito internet dedicato. L’associazione barese presieduta da Paolo Di Tonno, ha risposto all’avviso di sponsorizzazione pubblicato dal Comune al fine di realizzare e migliorare la segnaletica descrittiva dei monumenti cittadini anche nell’ottica del crescente flusso turistico registrato negli ultimi 15 anni. «I pannelli sono pensati innanzitutto per i croceristi, che spesso restano disorientati dalla bellezza verace del nostro borgo antico», spiega l’assessore alle Culture, Silvio Maselli, fautore dell’iniziativa.

«È il primo tassello di una strategia tesa a collegare tra loro i monumenti all’interno di una logica di percorsi culturali e artistici», afferma. «Bari ha pensato per decenni che la città fosse dedita esclusivamente al ciclo commercio-edilizia-turismo business - dice ancora l’assessore -. Poi è arrivata la crisi globale e ci ha insegnato che i territori possono attrarre turisti solo facendo di se un racconto. Non basta avere la Fiera, bisogna venderla. Offrendosi nella propria autenticità e organizzando l'accoglienza con servizi e la promozione a livello regionale».
«Iniziamo adesso un cammino appassionante: ai pannelli che raccontano i principali monumenti in 5 lingue, si aggiungeranno presto quelli per i turisti non organizzati che potranno finalmente orientarsi dentro Bari Vecchia», prosegue Maselli, rilanciando la «Bari guest card», progetto che ancora non è riuscito a decollare.
«È uno strumento di marketing territoriale evoluto (è in via di aggiudicazione) - dice -, mentre tra qualche mese indiremo la gara per dotarci di un posizionamento promozionale turistico, che a Bari è sempre mancato». E conclude: «Finora abbiamo lavorato per dare un senso e riaprire i nostri contenitori culturali, anche perché le statistiche ci raccontano che oltre il 30% della domanda globale di turismo è orientato al consumo culturale. E su questo abbiamo incentrato la nostra strategia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Acquedotto, Pd spaccatotra Comuni e proroga

M5S contro Emiliano
sulle nomine in Aqp

 
La Consulta boccia il ricorso sulle trivelle alle Tremiti 

La Consulta boccia il ricorso
sulle trivelle alle Tremiti 

 
Un agente della Dia

Puglia, la nuova frontiera dei clan? Videopoker e scommesse

 
Da oggi la Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi muri

La Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi edifici

 
Torre Panoramica

Bari, in arrivo una torre panoramica alta 75 metri

 
Battiti Live

Battiti Live, gran finale a Bari il 29 Gazzetta porta 10 di voi nel backstage

 
Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati lavora dopo 3 anni»

Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati trova lavoro dopo 3 anni»

 
Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS