Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 16:33

Emiliano: «Il Papa e Kirill?
Incontro possibile solo a Bari»

«Ovviamente il Vaticano sa benissimo quanto noi teniamo a questa cosa ma bisogna intervenire con molta discrezione»

Michele Emiliano governatore Regione Puglia

BARI - Sulla possibilità che sia Bari a ospitare il secondo incontro tra il Patriarca di Mosca, Kirill, e Papa Francesco, per cui già il sindaco del capoluogo pugliese ha scritto al Vaticano, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha detto che «ovviamente il Vaticano sa benissimo quanto noi teniamo a questa cosa» ma «bisogna intervenire con molta discrezione perché è evidente che non è su richiesta della Regione o del Comune che verrà fatta questa operazione».
Parlando con i giornalisti oggi a Bari, a margine del seminario bilaterale italo-russo, Emiliano ha ricordato che «quando abbiamo, tra virgolette, restituito al Patriarcato di Mosca la chiesa russa, abbiamo fatto di Bari l’unica città del mondo in cui sia il Patriarca di Mosca sia il Papa di Roma sono a casa loro, ciascuno in una chiesa di loro proprietà, entrambe dedicate a San Nicola». «Oltre - ha concluso - non posso dire».

«La pace nel mondo non si costruisce solo negli uffici della politica internazionale o nei comandi militari, ma si costruisce nella quotidiana esperienza della fratellanza e dell’unione effettiva delle umanità e delle culture. Cosa che abbiamo fatto e praticato, e che intendiamo continuare a fare - ha sottolineato Emiliano - E' ovvio che le regioni - ha sottolineato - e in particolare la Regione Puglia e la città di Bari, hanno svolto nel dialogo Est-Ovest un ruolo importantissimo». «A Bari - ha ricordato - si è svolto qualche anno fa il vertice italo-russo che celebrava uno stato ottimo di relazioni internazionale tra l’Unione europea, l’Italia e la Federazione russa. Oggi sembra lontano anni luce, purtroppo, a causa della crisi mediorientale». «Però - ha concluso - è evidente che la Puglia mantiene questo ruolo per ragioni geografiche e anche per vocazione. Perchè i russi considerano la Puglia, grazie a San Nicola, una seconda patria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione