Cerca

truffa a melendugno

Incassa tassa sui rifiuti
ma non versa
gli oneri di discarica

Giuseppe Caronna, legale rappresentante di Aspica srl è indagato dalla Procura di Milano per peculato e oggi la Guardia di Finanza ha sequestrato all’impresa 850mila euro

Melendugno

Melendugno

MILANO - Per aver incassato la tassa sui rifiuti corrisposta dai cittadini di Melendugno, in provincia di Lecce, omettendo la corresponsione degli oneri di discarica alla società incaricata dello smaltimento, Giuseppe Caronna, legale rappresentante di Aspica srl è indagato dalla Procura di Milano per peculato e oggi la Guardia di Finanza ha sequestrato all’impresa 850mila euro.
Il decreto di sequestro preventivo, per equivalente, è stato firmato dal gip milanese Stefania Donadeo nel'ambito dell’indagine coordinata dal pm Paolo Filippini e dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti che ha consentito di far emergere che, a fronte dell’inadempimento della società debitrice, la Aspica, il Comune di Melendugno, in qualità di obbligato in solido, ha dovuto corrispondere al gestore della discarica, per saldare il credito vantato, versando circa 850mila euro. Soldi di cui si sarebbe indebitamente appropriata la società che fa capo a Caronna, i quale è finito sotto inchiesta in qualità di rappresentate legale di un’impresa incaricata da un Comune del servizio pubblico di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400