Cerca

barletta

Una discarica abusiva
sotto l'orto botanico
Quattro indagati per truffa

Sono stati nascosti nel suolo sottostante all’impianto dei vegetali, materiale edilizio e rifiuti speciali pericolosi, che dovevano essere smaltiti e rimossi

sequestro

foto Calvaresi

BARLETTA - Seguivano il percorso dei cavi elettrici, poco più di un anno fa, i carabinieri di Barletta, guidati dal sospetto che gli occupanti abusivi degli alloggi comunali nell’ex distilleria, prelevassero abusivamente energia elettrica dalla cabina dell’orto botanico. Lungo quel tracciato, però, oltre ad accertare quell'allaccio abusivo, i militari si accorsero che sotto quei cavi, interrati sotto l’orto, c'erano rifiuti, materiali di risulta e scarti della lavorazione edilizia. Così, a gennaio 2015, hanno preso il via le indagini che ieri hanno portato al sequestro dell’orto botanico di Barletta nell’ambito di una inchiesta della procura di Trani a carico di quattro persone - il dirigente dell’ufficio lavori pubblici del comune, due dipendenti comunali e il legale rappresentante della ditta aggiudicataria dell’appalto per l'esecuzione delle opere di realizzazione dell’orto botanico - per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, frode nelle pubbliche forniture, abuso d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, inquinamento ambientale, attività di gestione dei rifiuti non autorizzata e omessa bonifica.


Oltre al sequestro del sito, per impedire la fruibilità pubblica dell’area inquinata, è stato disposto anche quello patrimoniale degli indagati, per impedire che possano distrarre o occultare beni che, per l’accusa, corrispondono a quanto indebitamente conseguito con le condotte illecite. Dei 27 appartamenti sottoposti a sequestro fra la Puglia e la Campania, 14 - si è appreso oggi - si trovano a Barletta, quattro a Bari, uno a Trani, due a Stornarella (Foggia), uno a Trinitapoli, e cinque in Campania, a Positano. Si trovano invece tutti a Barletta i 14 terreni sequestrati insieme con sette autovetture e 30 conti correnti, per un valore complessivo di 10.000.000 di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400