Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 19:01

mobilità urbana

Bari su due ruote
apre velostazione

«Nei prossimi giorni - ha detto il sindaco - aggiudichiamo la gara per un’altra pista ciclabile che collegherà il Politecnicno con la pista di viale Unità d’Italia che arriva fino in centro»

velostazione, biciclette

BARI - Un parcheggio di scambio per lasciare la bici e prendere agevolmente il treno e i bus urbani ed extraurbani, ma anche un’officina, noleggio e servizio tour urbano e fuori porta: è quanto offre la velostazione inaugurata oggi a Bari dal sindaco Antonio Decaro, dall’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Gianni Giannini, e da Matteo Colamussi, presidente delle Ferrovie Appulo Lucane (Fal). Le Fal ospitano la velostazione, in locali a pochi passi dalla stazione ferroviaria Bari centrale, collegata da un apposito binario con l'aeroporto.

«Bari è una città su due ruote», ha commentato Decaro sottolineando che «grazie alla Regione Puglia e alle Ferrovie Appulo Lucane, avremo non solo la possibilità di fare un parcheggio di scambio e quindi lasciare la bici e salire su treni e bus, ma anche un luogo sicuro dove lasciare la propria bicicletta». Il sindaco ha ricordato che «una legge regionale obbliga tutti, quando viene rilasciato un permesso per costruire, a realizzare uno spazio per le bici». «Nei prossimi giorni - ha proseguito - aggiudichiamo la gara per un’altra pista ciclabile che collegherà il Politecnicno con la pista di viale Unità d’Italia che arriva fino in centro. C'è dunque sempre più bisogno di velostazioni». Nel «piano regionale dei trasporti - ha proseguito Giannini - è prevista la realizzazione di 29 velostazioni su tutto il territorio regionale e lo sviluppo di una mobilità ciclistica in connessione col turismo per attrarre flussi di cicloturismo che vengono valutati per l'Italia, dal Parlamento europeo, in due miliardi di euro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione