Domenica 24 Giugno 2018 | 05:45

agguato a taranto

Ucciso per una vendetta
e vecchi rancori

Gli agenti della Squadra Mobile hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria i fratelli Antonio e Francesco Bruno, di 34 e 30 anni (nella foto con l'arma usata)

agguato a Taranto

TARANTO - Hanno utilizzato una mitraglietta da guerra 'Skorpion', in grado di sparare a raffica dai 15 ai 20 colpi, per lavare col sangue l’onta di un’offesa. Un pestaggio avvenuto pochi giorni prima per motivi imprecisati, forse legati a contrasti nella gestione di attività illecite. Due fratelli, Antonio e Francesco Bruno, di 34 e 31 anni, con piccoli precedenti penali, sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per l’omicidio di Giuseppe Axo, il 32enne pregiudicato di Taranto ucciso ieri pomeriggio con cinque colpi di pistola alle schiena (con lesione polmonare) e alle gambe in via Lago di Montepulciano, nel popoloso rione Salinella.

Nella sparatoria sono stati colpiti anche Leonzio Fontana, di 40 anni, e Tiziano Galileo, di 43, entrambi pregiudicati. Il primo - raggiunto da una pallottola a un piede - guarirà in una ventina di giorni; il secondo (colpito al fianco e a un piede) è stato sottoposto a intervento chirurgico e per lui la prognosi è di 40 giorni. I due fratelli, fermati nella notte dagli agenti della Squadra Mobile, rispondono di concorso in omicidio premeditato, tentato omicidio, detenzione e porto di arma da guerra e ricettazione aggravata dell’arma.

I primi screzi tra i presunti assassini e la vittima sarebbero cominciati una decina di anni fa, mentre il movente che ha scatenato la furia omicida è individuato dagli inquirenti in un episodio verificatosi nei giorni scorsi. Axo avrebbe aggredito Francesco Bruno, provocandogli la frattura del setto nasale e altre ferite al volto e al corpo. Ieri è scattata la vendetta da parte dei due fratelli che hanno raggiunto Axo in via Lago di Montepulciano a bordo di una Lancia Y. Il 32enne stava discutendo sotto un porticato con Fontana e Galileo. Dall’interno dell’auto Antonio Bruno, secondo la confessione resa agli investigatori, avrebbe esploso in sequenza 17 colpi. Axo ha tentato invano la fuga ma poi è crollato sull'asfalto. I due fratelli si sono quindi allontanati lasciando l’auto sul luogo dell’agguato.

Dopo aver appreso del litigio avvenuto qualche giorno fa, i poliziotti hanno rintracciato in un cantiere edile e poi accompagnato in Questura i fratelli Bruno, interrogandoli separatamente. Le loro versioni sono subito apparse contrastanti. Messi alle strette, i due hanno poi confessato (anche se emergono discrepanze sul ruolo avuto nella spedizione punitiva) consentendo il ritrovamento dell’arma, nascosta in un cespuglio sul cavalcavia di via Ancona.

I particolari dell’indagine-lampo che ha portato al fermo dei due presunti killer sono stati illustrati dal Questore di Taranto, Stanislao Schimera, dal procuratore aggiunto Pietro Argentino e dal sostituto procuratore Maurizio Carbone, che domani affiderà l’esame autoptico sul corpo della vittima al dott. Francesco Vinci, dell’Istituto di Medicina legale di Bari.

Il Questore e i magistrati hanno rivolto un plauso ai poliziotti impegnati nelle indagini che «in poche ore - è stato fatto rilevare - hanno risolto un caso che aveva destato grande allarme sociale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Turisti svedesi salvati dal bagnino a Peschici, Guardia Costiera li recupera tutti

Turisti svedesi salvati dal bagnino a Peschici, Guardia Costiera li recupera tutti

 
Auto del sindaco in fiamme: 26enne si costituisce

Auto del sindaco in fiamme: 26enne si costituisce

 
Impresa della Pink Bari Primavera battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

Scudetto alla Pink Bari Primavera
battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

 
Il nuovo ospedale di Andria avrà 400 posti letto

Il nuovo ospedale di Andria avrà 400 posti letto

 
Inaugurato a Grottaglie il Parco della Civiltà

Inaugurato a Grottaglie il Parco della Civiltà

 

I ballottaggi negli undici Comuni pugliesi

 
Foggia, la Procura federale chiede la retrocessione del club in serie C

Foggia, la Procura federale chiede la retrocessione del club in serie C

 

MEDIAGALLERY

Scudetto alla Pink Bari Primavera, è festa grande a Firenze

Scudetto alla Pink Bari Primavera, è festa grande a Firenze

 
Impresa della Pink Bari Primavera battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

Scudetto alla Pink Bari Primavera
battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

 
Apricena, una discarica abusiva in pieno parco

Apricena, trovata una discarica abusiva in pieno parco

 
Il vincitore di Sanremo Ermal Meta canta in barese

Il vincitore di Sanremo Ermal Meta canta in barese

 
Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 19

Ansatg delle ore 19

 
Economia TV
Incubo 'hard Brexit' a 2 anni dal voto, Airbus se ne va?

Incubo 'hard Brexit' a 2 anni dal voto, Airbus se ne va?

 
Mondo TV
Test sull'uomo dei farmaci viventi

Test sull'uomo dei farmaci viventi

 
Italia TV
Social network nemici del cervello

Social network nemici del cervello

 
Spettacolo TV
Uragano e pallottole in Alabama

Uragano e pallottole in Alabama

 
Meteo TV
Previsioni meteo per domenica, 24 giugno 2018

Previsioni meteo per domenica, 24 giugno 2018

 
Sport TV
Tortu batte Mennea

Tortu batte Mennea

 
Calcio TV
Messi male, e la papera Caballero

Messi male, e la papera Caballero