Cerca

Domenica 20 Maggio 2018 | 12:12

Brindisi

Provincia a presidi
«Pagate le bollette»
Scattano le proteste

«I dirigenti scolastici degli istituti superiori dell’ambito territoriale di Brindisi sono fortemente preoccupati per la situazione»

scuola, aula scolastica

BRINDISI - Il monito è arrivato forte e chiaro, dalla Provincia di Brindisi a tutte le scuole superiori: entro il 31 marzo le bollette per la luce, il telefono, l’acqua e per il riscaldamento saranno a carico dei singoli istituti. I presidi, già alle prese con le ristrettezze economiche che impongono di risparmiare perfino sulla carta e sul materiale didattico hanno risposto con un coro di no. E con una nota di protesta inviata da 18 dirigenti di scuole di tutto il circondario alla Procura della Repubblica, al Prefetto, alla Regione Puglia, al direttore dell’Ufficio scolastico regionale e al presidente della Consulta degli studenti, in cui spiegano che, a conti fatti, è più che mai concreto il «rischio di interruzione del servizio pubblico essenziale e del diritto allo studio».
La comunicazione dell’ente provinciale, ormai da tempo alle prese con un drastico depotenziamento che si traduce in un taglio netto dei fondi a disposizione, è giunta dapprima al dirigente dell’ufficio scolastico territoriale con il compito di informare tutti i presidi. C'è tempo poco più di un mese, poi dovranno essere eseguite le volture dell’utenza, diversamente si procederà «al recupero delle somme anticipate sino al momento dell’effettivo subentro».

Tuttavia, se la Provincia non ha soldi, sostengono i dirigenti, neppure le scuole se la passano poi così bene. La decisione scaturirebbe, a quanto riportato nella nota, da una interpretazione letterale della normativa vigente fatta dall’amministrazione provinciale: a restare in capo all’ente sarebbe, secondo questa lettura, solo «la gestione dell’edilizia scolastica» che escluderebbe «le spese varie di ufficio e per l'arredamento» oltre che quelle per «le utenze elettriche e telefoniche, per la provvista dell’acqua e del gas, per il riscaldamento e i relativi impianti».

I dirigenti si rifanno perfino a una sentenza della Corte Costituzionale che boccia i tagli «sproporzionati» e ritengono tra l’altro che comunque, anche qualora la Provincia non dovesse più poter pagare, ciò spetterebbe «ad altri enti territoriali». Non certo ai singoli istituti.
«Siamo fortemente preoccupati - si legge nella nota firmata dai dirigenti - per la situazione descritta». «Gli istituti - proseguono - rischieranno di interrompere il servizio di istruzione pubblica, garantito dalla Costituzione, con una inaccettabile compromissione del diritto allo studio». (di Roberta Grassi, ANSA) 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Brindisi, gli ormoni al compagno«sportivo» li pagava l'ex marito

Brindisi, gli ormoni al compagno «sportivo» li pagava l'ex marito

 
Foggia, agguato al cardiologoSicario rinunciò: c'era il figlio

Foggia, agguato al cardiologo
Sicario rinunciò: c'era il figlio

 
Ilva, i grillini: fabbrica va chiusaCalenda: follia. Allarme sindacati

Ilva, i grillini: fabbrica va chiusa
Calenda: follia. Allarme sindacati

 
Parabita, minacce in greco antico a consigliere comunale: secondo caso

Parabita, minacce in greco antico a consigliere comunale: nuovo caso

 
Salento in bus

In vacanza con «Salentoinbus» tra mare, relax e mete religiose

 
costa brindisina

A Brindisi lidi privati fuorilegge:
il Comune non sa che esistono

 
medusa

Biologa foggiana: troppe meduse nei nostri mari

 
incrociatore Vittorio Veneto

Sfuma il progetto museo, addio al Vittorio Veneto

 

MEDIAGALLERY

Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 
Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

 
Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

 
Migranti sbarcati a Otrantoarrestati skipper ucraini

Migranti sbarcati a Otranto
arrestati skipper ucraini

 
Bari, furto d'auto in direttaarriva la Polizia: 2 arresti

Bari, furto d'auto in diretta
arriva la Polizia: 2 arresti Vd

 
Rubarono gommone in portodi Otranto: presi due baresi

Rubarono gommone in porto
di Otranto: presi due baresi Vd

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 12

Ansatg delle ore 12

 
Spettacolo TV
Rohrwacher: sul set con Alba facciamo famiglia

Rohrwacher: sul set con Alba facciamo famiglia

 
Sport TV
Motogp, Zarco in pole

Motogp, Zarco in pole

 
Calcio TV
Ultima di campionato, ma giochi fatti

Ultima di campionato, ma giochi fatti

 
Italia TV
Salvini-Di Maio: ancora poche ore per individuare il premier

Salvini-Di Maio: ancora poche ore per individuare il premier

 
Mondo TV
Aereo cade a Cuba, tra vittime naturalizzata italiana

Aereo cade a Cuba, tra vittime naturalizzata italiana

 
Meteo TV
Previsioni meteo per domenica, 20 maggio 2018

Previsioni meteo per domenica, 20 maggio 2018

 
Economia TV
"Torno subito", ricetta contro la fuga di cervelli

"Torno subito", ricetta contro la fuga di cervelli