Cerca

Iniziativa genitori

Ilva: manifesto su bimbi
Taranto anche a Genova

Ilva: manifesto su bimbi Taranto anche a Genova

TARANTO - Dopo Taranto e Bari, oggi è arrivato anche a Genova il manifesto fatto affiggere da un gruppo di genitori tarantini che documenta i fumi notturni dell’Ilva e riporta una frase con «una piccola ma importantissima variante» rispetto ai cartelloni precedenti: "Anche i bambini di Taranto vogliono vivere». L’aggiunta "dell’avverbio - spiegano i 'Genitori tarantinì è doverosa per una città in cui le donne sono state protagoniste della protesta che ha portato alla chiusura dell’area a caldo dell’Ilva di Cornigliano». Il manifesto proposto a Taranto e Bari riportava invece la scritta «I bambini di Taranto vogliono vivere».


Il nuovo cartellone, viene precisato, «sarà esposto per le prossime due settimane in corso Saffi» e «vuole essere un grido di aiuto rivolto a chi è riuscito a sconfiggere il mostro. Di chi ha visto, finalmente, prevalere il diritto alla vita rispetto al profitto assassino. Corso Saffi, così lontano da Taranto ma così tristemente noto alle mamme e ai papà che si trovano a percorrerlo per accompagnare i propri figli al Gaslini. Perchè a Taranto i bambini si ammalano di più, ma non si possono curare».


Il gruppo 'Genitori tarantinì ricorda la frase pronunciata da «una mamma di Cornigliano che, parlando di Taranto, disse: 'Lotteremo con Taranto. Le sofferenze che stanno vivendo i bambini di Taranto mi fanno soffrire come se fossero i nostri bambini. Continuo a lottare per vedere riconosciuta la loro dignità. Noi siamo pronte a lottare al loro fiancò. Ed è ai genitori di Cornigliano - concludono - che ci rivolgiamo, perchè non esistano bambini di serie A e bambini di serie B. Taranto chiama, Genova risponde?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400