Cerca

Rapine e riciclaggio
sette arresti ad Andria

I fermati sono persone con precedenti penali, tutte andriesi e di età compresa tra 30 e 50 anni

operazione polizia

ANDRIA - Agenti di polizia stanno eseguendo una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani, Maria Grazia Caserta, su richiesta del sostituto procuratore, Marcello Catalano, nei confronti di sette persone con precedenti penali, tutte andriesi e di età compresa tra 30 e 50 anni, ritenute responsabili in concorso dei reati di rapina a mano armata, riciclaggio, ricettazione, detenzione e porto di arma clandestina, e per alcuni anche di violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale.

L’attività investigativa e tecnica, eseguita da personale del Commissariato di Andria - informa una nota - ha consentito di raccogliere concreti elementi per attribuire agli arrestati la responsabilità della rapina a mano armata commessa il 16 gennaio dello scorso anno, ai danni di un autotrasportatore di olio per un valore di oltre 200mila euro.
Nel corso delle perquisizioni sono state rinvenute, all’interno di un box-garage, due autovetture con targhe contraffatte. I mezzi erano equipaggiati con una copertura balistica posteriore, costituita da una lamiera in metallo, per garantire protezione durante gli eventuali conflitti a fuoco con le forze dell’ordine. All’interno delle auto sono stati trovati un fucile a canne mozze con matricola abrasa, una pistola semiautomatica, munizionamento, un lampeggiante magnetico di colore blu e altro materiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400