Lunedì 23 Luglio 2018 | 10:11

Trivelle in mare, sei Regioni ribadiscono il no all'unanimità

Trivelle in mare, sei Regioni ribadiscono il no all'unanimità
TERMOLI (CAMPOBASSO) - Si allarga il fronte No Triv e scende in campo la task force delle Regioni. In sei, Abruzzo, Molise, Marche, Puglia, Calabria e Basilicata, in un summit a Termoli, hanno deciso di fare fronte comune chiedendo di essere ascoltate. Intanto prende forma una sorta di macroregione Adriatico-Ionica contro le trivelle in mare: attualmente, secondo i dati del Forum H2o, solo per Abruzzo e Molise, sono quattro le istanze di permesso di ricerca in mare.

Per ora la linea è quella morbida, quella del dialogo. Ma se il loro grido d'allarme dovesse cadere nel vuoto le Regioni sono pronte anche al muro contro muro, quello che porta al referendum. Sanno di avere la maggior parte dei cittadini dalla loro parte, hanno ribadito oggi. Le due manifestazioni contro le trivelle, a Pescara nel 2013 e a Lanciano quest'anno, hanno visto una partecipazione complessiva di centomila persone.

Per un'ora e mezza governatori e assessori si sono confrontati nella cittadina molisana al centro dell'Adriatico e alla fine si sono trovati tutti d'accordo: "contrarietà unanime", annunciando per la prossima settimana, il 29 luglio, un primo incontro con il Governo, mentre il coordinamento appositamente costituito si riunirà poi il 18 settembre a Bari durante la Fiera del Levante.

Priorità al dialogo, appunto, e alla ricerca di un accordo, hanno detto i governatori, ma se il Governo non dovesse ascoltare la linea cambierà. Lo ha ribadito chiaramente il presidente pugliese, Michele Emiliano. "C'è la possibilità che la mia Regione e le altre partecipino alla raccolta delle firme per il referendum che potrebbe anche portare all'abolizione dello Sblocca Italia".

Mentre il governatore del Molise Paolo Di Laura Frattura sottolinea la "condivisione piena tra le Regioni, confermando la nostra contrarietà all'ipotesi di scempio che potrebbe verificarsi sul mare Adriatico e sul mare Ionio", l'abruzzese Luciano D'Alfonso evidenzia i rischi che si verrebbero a creare per il turismo: "Noi vogliamo che il nostro mare sia la più importante attrazione del territorio".

Per il governatore della Basilicata Marcello Pittella, invece, occorre cambiare le leggi: "C'è bisogno di mettere mano alla normativa nazionale", suggerisce. Tutti insieme poi i governatori sottolineano la portata internazionale del tema. "Nel corso della riunione - affermano - è stata messa in evidenza, in un'ottica di difesa globale delle coste adriatiche e ioniche, l'importanza della partecipazione dell'europarlamentare Ivan Jakovcic a testimonianza dell'attenzione transnazionale che il tema delle trivellazioni in mare richiama".

L'intenzione ora è anche quello di allargare il fronte della protesta ad altri territori, come Campania ed Emilia Romagna. Da quest'ultima regione, oggi assente, però frenano sostenendo che non era Termoli la sede corretta per affrontare la questione, ma la Conferenza della Regioni: "L'Emilia Romagna non si è mai sfilata da alcun confronto - fa sapere l'assessore all'Ambiente Paola Gazzolo -, anzi saremmo ben contenti di farlo, nelle sedi giuste".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Auto si ribalta nel Baresemuore il conducente

Auto si ribalta nel Barese
muore il conducente

 
Rubava farmaci, arrestato ausiliario ospedale Brindisi

Rubava farmaci, arrestato
ausiliario ospedale Brindisi

 
Riforma 118 entro l’anno ma c’è il «nodo» addetti

Riforma 118 entro l’anno ma c’è il «nodo» addetti

 
Latiano, Villa Romatizza, quel benedell' Asl (che vale 7, 8 mln di euro)

Villa Romatizza, quel bene abbandonato
dell'Asl (che vale 7,8 mln di euro) Foto

 
Tap, Emiliano: presi in giro pugliesi che hanno votato M5s

Tap, Emiliano: presi in giro
pugliesi che hanno votato M5s

 
Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

 
Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 
Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS