Cerca

calcio

Aggressione al Potenza
derby a porte chiuse

Lo ha disposto il prefetto di Potenza, Marilisa Magno, «su proposta del questore», è specificato in un comunicato diffuso dalla prefettura potentina

stadio a Potenza

POTENZA - Dopo l’aggressione da parte di un gruppo di tifosi, cinque giorni fa al ritorno dalla sconfitta di Manfredonia, il Potenza (Serie D, girone H) domenica prossima giocherà a porte chiuse il derby contro il Picerno.
Lo ha disposto il prefetto di Potenza, Marilisa Magno, «su proposta del questore, a seguito - è specificato in un comunicato diffuso dalla prefettura potentina - delle determinazioni dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive del ministero dell’Interno, che hanno ritenuto la partita connotata da alti profili di rischio».
Domenica scorsa, dopo la gara persa 2-1 a Manfredonia, i calciatori del Potenza - al rientro in pullman nel capoluogo lucano - sono stati aggrediti all’interno dello stadio Viviani del capoluogo. La Digos della questura di Potenza sta indagando per identificare gli aggressori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400