Venerdì 20 Luglio 2018 | 04:50

rignano

Voci di sgombero
Emiliano: «Basta ghetti»

La Regione non vuole perdere altro tempo: entro fine mese, si vocifera, il governatore vuol chiudere gli accampamenti più grandi in Capitanata, quelli di Rignano, Tre titoli (Cerignola) e borgo Mezzanone

il ghetto per immigrati di rignano garganico

Rignano

di MASSIMO LEVANTACI

FOGGIA - Ghetti da sgomberare, sempre più malsani e pericolosi. Allungano anche un’ombra di illegalità sull’agroalimentare foggiano esportato in tutto il mondo, come ha denunciato il presidente nazionale della Fedagri, Giorgio Mercuri, sulle nostre colonne nell’edizione di domenica 10 gennaio. La Regione non vuole perdere altro tempo, il diktat di Emiliano sarebbe già scattato: entro fine mese, si vocifera, il governatore vuol chiudere gli accampamenti più grandi in Capitanata, quelli di Rignano, Tre titoli (Cerignola) e borgo Mezzanone vicino al Cara (il centro di accoglienza per i richiedenti asilo). Non meno di 2 mila persone da sgomberare, forse da trovare loro un ricovero sia pure temporaneo prima di studiare nuove forme di reinserimento o accoglienza (per chi ha il permesso in regola). Già, ma dove? Nessuno sa niente o, se lo sa, ha la consegna del silenzio. Martedì scorso l’argomento pare non sia stato neppure sfiorato durante il Consiglio territoriale per l’immigrazione in prefettura (a porte chiuse). Il problema però si pone, in attesa di capire come la Regione intende risolvere l’accoglienza dei migranti che hanno fatto dei ghetti la loro casa, il luogo degli averi e degli interessi.

Quei ghetti vivono tutto l’anno, non come un tempo quando - specie nei mesi invernali - si spopolavano lasciando non più di 300-400 persone a Rignano (crocevia e fulcro degli arrivi in Capitanata). Oggi nel «gran Ghetto» staziona una media di 700 persone, sono venute fuori nel frattempo altre bidonville: a Rignano gli africani, i romeni a borgo Mezzanone, i bulgari nel cerignolano e via di questo passo. Luoghi diventati inaccessibili per chi non ha contatti all’interno, dove non c’è solo il caporalato a lasciare una traccia dell’illegalità diffusa. Perché nei ghetti succederebbe un po’ di tutto, anche spaccio di droga e prostituzione oltre naturalmente ai «capò» che decidono il traffico delle braccia. Per questo Emiliano ha deciso di muoversi, la situazione rischia di sfuggire anche al controllo della nostra immaginazione.

Ma in Regione c’è la consegna del silenzio, operazione top-secret anche per i più stretti collaboratori del governatore. E, si sa, dietro ogni mistero nasce sempre un’aura di fascino e di suggestione. Fa bene il presidente della Puglia ad agire così? La Gazzetta lo ha chiesto a chi due anni fa a un piano di sgombero regionale, naufragato quasi subito, ha già partecipato come Tonino D’Angelo, storico attivista di Libera, che si è ritrovato senza più la casa di accoglienza che avrebbe dovuto ospitare parte dei migranti del ghetto di Rignano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

 
Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

 
Foggia calcio, in appello via squalifica De Zerbi: -8 punti alla squadra

Foggia calcio, in appello via squalifica De Zerbi: -8 punti alla squadra

 
Crac Ferrovie Sud Est: Regione Puglia esclusa dalla parte civile

Crac Ferrovie Sud Est: Regione Puglia esclusa dalla parte civile

 
Bari, i dipendenti del Palagiustizia: «Nuova sede non sicura: è vicina alla Fibronit»

Bari, i dipendenti del Palagiustizia: «Nuova sede non sicura, è vicina alla Fibronit»

 
Decaro scrive alla Figc: «Il Bari riparta dalla serie C»

Decaro scrive alla Figc: «Il Bari deve ripartire dalla serie C»

 
Bari calcio, il sindaco Decaro incontra i tifosi: ecco il vademecum

Bari calcio, il sindaco Decaro incontra i tifosi: ecco il vademecum

 
Anziano ucciso a coltellate in casa a Barletta. Il figlio portato in caserma

Barletta, anziano ucciso a coltellate in casa: arrestato il figlio 45enne

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS