Cerca

Lunedì 21 Maggio 2018 | 09:24

ambiente

Discarica di Grottelline
Emiliano non decide

«Basta col gioco delle parti. Perché la Regione continua a decidere di non decidere, rimettendo gli atti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri?». Così Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia.

discarica di Grottelline

La discarica di Grottelline

SPINAZZOLA - «Discarica di Grottelline, basta col gioco delle parti. Perché la Regione continua a decidere di non decidere, rimettendo gli atti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri?». Così Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia.
legambiente «Basta col gioco delle parti - sottolinea -. È singolare che il presidente della Regione da un lato porti avanti la sacrosanta battaglia contro le piattaforme petrolifere nei confronti del Governo nazionale, affinché si tenga conto della volontà delle comunità locali, mentre dall’altro, sulla questione di Grottelline, scarichi la decisione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. A nostro avviso il procedimento si sarebbe dovuto già concludere, vista la netta prevalenza dei pareri negativi espressi dagli stessi Enti pubblici coinvolti. Poiché a decidere sarà la Presidenza del Consiglio, ci appelliamo al Ministro dell’Ambiente affinché non dia il via libera alla discarica che ricadrebbe in un’area inidonea ad ospitare rifiuti, sia per le sue criticità idrogeomorfologiche che per il suo valore storico, naturalistico, culturale e archeologico».

E poi: «Proprio in questi giorni l’ufficio Ecologia Servizio Via e Vinca della Regione Puglia ha comunicato agli Enti locali interessati la decisione di rimettere tutti gli atti del procedimento alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Lo scorso novembre, però, a margine di una conferenza stampa regionale – promossa da Legambiente Puglia, insieme alla Provincia e all’Organo di governo d’ambito, ai sindaci di Spinazzola e Poggiorsini e al presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, per ribadire il secco “no” all’ipotesi di realizzazione della discarica in località Grottelline, nel territorio di Spinazzola – il governatore Emiliano annunciò di prenderne atto invitando le comunità locali a collaborare con la Regione per individuare un sito alternativo idoneo. Stessa posizione fu ribadita dalla Regione Puglia nell’ambito di un consiglio comunale monotematico a fine dicembre a Poggiorsini al quale hanno parteciparono anche alcuni consiglieri regionali e il sindaco di Spinazzola».

VENTOLA - Sullo stesso tema intervengono il presidente ed il consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, rispettivamente Ignazio Zullo e Francesco Ventola. «Siamo all’assurdo, al ridicolo - affermano -. Se il tema non fosse grave, tra i più sensibili, parleremmo di farsa divertente. Su un problema come quello di Grottelline, la Regione non può chiamare in causa il governo centrale commissariando di fatto il nostro territorio e le istituzioni che lo rappresentano. Dove sono finiti decisionismo e autodeterminazione di cui il neo governatore pugliese ha ammantato la sua immagine per convincere i pugliesi? E’ incredibile che proprio difronte a questioni tanto delicate, proprio Emiliano si confonda “volentieri” con i tanti Ponzio Pilato che hanno costellato una politica che vorremmo sepolta per sempre, la politica di quelli bravi solo a parole pronta a scaricare su Roma le patate bollenti».

Ancora: «Grottelline è un problema nostro perché è nostro il territorio, perché ne conosciamo bene le criticità, i fatti, la storia che sin qui l’hanno contraddistinta. Per cui non ci sono decisioni che dobbiamo delegare ad altri. Certi problemi a Roma interessano diversamente e seguono altri criteri che non vogliamo neanche immaginare. Vorremmo ricordare che non è passato molto tempo da quando, solo due mesi fa, Emiliano diceva che “se i Comuni e l’Oga sono contrari alla realizzazione della discarica Grottelline, la Regione ne prenderà semplicemente atto e si comporterà di conseguenza”. Perciò, lo faccia!».
Conclusione: «Del resto, è inaccettabile questo gioco a nascondino ed è ridicolo leggere dichiarazioni che su temi “comodi”, come quello delle trivellazioni in Adriatico, Emiliano lancia fulmini e saette contro Renzi e compagni, mentre su altri, si trincera nel facile atteggiamento pilatesco. Per stanare tali comportamenti e richiamare tutti alle proprie responsabilità, stiamo presentando un ordine del giorno affinché il territorio si riappropri del potere di scegliere e decidere sul destino che ci appartiene. Vedremo in Consiglio quali saranno le posizioni del governo regionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari-Cittadella da rinviare?La dura reazione dei pugliesi

Bari-Cittadella da rinviare?
La dura reazione dei pugliesi

 
Il ciclista lucano Domenico Pozzovivo, nato a Policoro in Basilicata

Ciclismo, Giro: Pozzovivo, crono mi costringe a exploit sulle montagne

 
Vicesindaca in cucinacon grembiule di Mussolini«Si dimetta». «Una goliardata»

Vicesindaca in cucina con grembiule di Mussolini. «Si dimetta». «Una goliardata»

 
Bari, liceo Flacco in crisi?«Perchè il greco non basta»

Bari, liceo Flacco in crisi?
«Perchè il greco non basta»

 
Bari, dopo il ricorso Oncologicoresta senza direttore scientifico

Bari, dopo il ricorso l'Oncologico resta senza direttore scientifico

 
Bari, si schianta con la Ferrarimuore 73enne Damiani Alberotanza

Bari, si schianta con la Ferrari
muore 73enne Damiani Alberotanza

 
Brindisi, gli ormoni al compagno«sportivo» li pagava l'ex marito

Brindisi, gli ormoni al compagno «sportivo» li pagava l'ex marito

 
Foggia, agguato al cardiologoSicario rinunciò: c'era il figlio

Foggia, agguato al cardiologo. Il sicario rinunciò: c'era il figlio

 

MEDIAGALLERY

Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 
Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

 
Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

 
Migranti sbarcati a Otrantoarrestati skipper ucraini

Migranti sbarcati a Otranto
arrestati skipper ucraini

 
Bari, furto d'auto in direttaarriva la Polizia: 2 arresti

Bari, furto d'auto in diretta
arriva la Polizia: 2 arresti Vd

 
Rubarono gommone in portodi Otranto: presi due baresi

Rubarono gommone in porto
di Otranto: presi due baresi Vd

 

LAGAZZETTA.TV

Spettacolo TV
Parigi a piedi nudi, tra corse e risate

Parigi a piedi nudi, tra corse e risate

 
Calcio TV
L'Inter batte la Lazio e va in Champions

L'Inter batte la Lazio e va in Champions

 
Mondo TV
Maduro rieletto presidente del Venezuela

Maduro rieletto presidente del Venezuela

 
Italia TV
Accordo Lega-M5s sul premier

Accordo Lega-M5s sul premier

 
Notiziari TV
ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
Economia TV
La rottamazione fa il pieno

La rottamazione fa il pieno

 
Sport TV
Mille Miglia, vince l'argentino Tonconogy

Mille Miglia, vince l'argentino Tonconogy

 
Meteo TV
Previsioni meteo per lunedi', 21 maggio 2018

Previsioni meteo per lunedi', 21 maggio 2018