Cerca

Emergenza ulivi
Assessore regionale
«Si riveda il Piano»

BARI - "In questi giorni – sottolinea l’assessore regionale Fabrizio Nardoni – si sta predisponendo una revisione del 'Piano di azione' per concordarlo e approvarlo nella riunione stabilita al ministero per il 27 agosto e contemporaneamente si sta lavorando per individuare quanto necessario per avviare le attività già dalla fine di agosto"
Emergenza ulivi
Assessore regionale
«Si riveda il Piano»
BARI – Approvare urgentemente un provvedimento legislativo che dichiari lo stato di emergenza fitosanitaria: istituire a livello centrale un Comitato tecnico-scientifico, allargato anche ad altre istituzioni, per fornire indicazioni a chi opera sul territorio; creare a livello ministeriale un gruppo operativo inter-istituzionale per l'attuazione delle misure; e infine impegnare risorse adeguate per fronteggiare l’emergenza. Sono i punti proposti dall’assessorato regionale della Puglia alle Politiche agricole nella riunione del 4 agosto scorso al ministero a Roma, riprogrammata per il 27 agosto prossimo, per combattere la diffusione del batterio Xylella fastidiosa, che sta distruggendo milioni di alberi nel Salento. Lo rende noto con un comunicato lo stesso assessorato.

"In questi giorni – sottolinea l’assessore regionale Fabrizio Nardoni – si sta predisponendo una revisione del 'Piano di azione' per concordarlo e approvarlo nella riunione stabilita al ministero per il 27 agosto e contemporaneamente si sta lavorando per individuare quanto necessario per avviare le attività già dalla fine di agosto". Nella nota si fa presente inoltre che "i sintomi che si stanno evidenziando in questo periodo non sono infezioni verificatesi in questi pochi mesi, ma per quanto è noto sulla evoluzione delle infezioni della Xylella fastidiosa, sono la conseguenza di infezione avvenute nelle precedenti annate e per le piante ormai completamente disseccate da almeno 3 anni. Ciò determina la possibilità che si assista ad un ulteriore incremento delle infezioni specialmente nelle aree contigue a quelle già con elevata presenza di infezioni del batterio e per le quali non è al momento possibile utilizzare mezzi e strumenti in grado di bloccare gli effetti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400