Cerca

Salento, coniugi uccisi
colpiti con piede di porco

PORTO CESAREO (LECCE) – Luigi Ferrari e la moglie Maria Antonietta Parente, uccisi il 24 giugno scorso mentre dormivano nella loro casa a Porto Cesareo, sono stati massacrati con un piede di porco. Lo hanno stabilito, dopo accertamenti tecnici, i carabinieri del Ris di Roma, incaricati dal pm della Procura di Lecce Giuseppe Capoccia di chiarire i contorni del duplice omicidio (nella foto l'abitazione)
Salento, coniugi uccisi
colpiti con piede di porco
PORTO CESAREO (LECCE) – Luigi Ferrari e la moglie Maria Antonietta Parente, uccisi il 24 giugno scorso mentre dormivano nella loro casa a Porto Cesareo, sono stati massacrati con un piede di porco. Lo hanno stabilito, dopo accertamenti tecnici, i carabinieri del Ris di Roma, incaricati dal pm della Procura di Lecce Giuseppe Capoccia di chiarire i contorni del duplice omicidio. L'arma del delitto era stata sequestrata durante uno dei primi sopralluoghi, ed era stata trovata in un’area di campagna vicina all’abitazione dei coniugi Ferrari.

Il presunto omicida, Vincenzo Tarantino, 51 anni, attualmente detenuto in carcere, aveva acquistato l’arnese in un negozio di ferramenta ad Avetrana (Taranto). Le due punte del piede di porco sono risultate compatibili con le fratture delle ossa craniche delle vittime, dove erano state trovate anche tracce di vernice verde. Le verifiche tecniche proseguono per accertare, attraverso l'estrapolazione del Dna dai reperti e dalle tracce trovate sul luogo del delitto, la presenza di eventuali complici di Tarantino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400