Cerca

Latiano, Al Bano e Introna salvano casa di Bartolo Longo La Regione: vincolate quel bene Lettera del presidente della Regione

LATIANO - Si è costituito nei giorni scorsi alla presenza di Al Bano Carrisi nella sala Flora del Palazzo Imperiali a Latiano il comitato "Salviamo la casa natale di Bartolo Longo", il fondatore del Santuario della Madonna del Rosario di Pompei. Obiettivo del comitato, costituto con un atto notarile dal notaio Michele Errico, è quello di "promuovere l'acquisto pubblico della casa natale del Beato a Latiano e sostenere la promozione e lo sviluppo turistico della città di Latiano". Presidente è stato eletto il dott. Oronzo D'Angela, vice presidente la signora Elona Buguri. Alla iniziativa erano presenti numerosi cittadini, ma anche imprenditori, consiglieri comunali e politici. Oggi il presidente Introna ha scritto una lettera ufficiale alla Sorvintendenza regionale "per proporre alla Vostra rispettiva e competente attenzione l’opportunità di sottoporre ad ogni possibile vincolo architettonico o di tutelare con la dichiarazione di immobile di particolare interesse storico, la casa natale del beato".
Latiano, «Salviamo la casa di Bartolo Longo»
Latiano, Al Bano e Introna salvano casa di Bartolo Longo La Regione: vincolate quel bene Lettera del presidente della Regione
LATIANO - Si è costituito nei giorni scorsi nella sala Flora del Palazzo Imperiali a Latiano il comitato "Salviamo la casa natale di Bartolo Longo", il fondatore del Santuario della Madonna del Rosario di Pompei. Obiettivo del comitato, costituto con un atto notarile dal notaio Michele Errico, è quello di "promuovere l'acquisto pubblico della casa natale del Beato a Latiano e sostenere la promozione e lo sviluppo turistico della città di Latiano". Presidente è stato eletto il dott. Oronzo D'Angela, vice presidente la signora Elona Buguri. Alla iniziativa erano presenti numerosi cittadini, ma anche imprenditori, consiglieri comunali e politici tra cui l'ex sen. Giuseppe Caforio e l'ex assessore provinciale Ada Spina, e il sindaco De Giorgi. Oltre al presidente dell'Associazione " l'Isola che non c'è" che organizzava l'incontro, Tiziano Fattizzo.

A tenere a battesimo la nascita del Comitato, lo stesso Al Bano Carrisi che l'altra settimana nel corso del convegno organizzato dall' "Isola che non c'è" sul turismo (presenti tra gli altri l'assessore Godelli), aveva lanciato questa idea del Comitato. Ieri la realizzazione di quella idea alla presenza dello stesso artista presente per l'intera stesura dell'atto e che ha poi regalato ai circa 50 presenti in sala una Ave Maria suonata al piano dal direttore d'orchestra Alterisio Paoletti, il quale non ha escluso di tenere presto a Latiano insieme ad Al Bano un concerto per la raccolta di fondi da devolvere all'acquisto da parte del Comune del palazzo di Bartolo Longo che rischia di passare in mani private. Prima della fine delle procedure formali dell'atto notarile, i presenti hanno alla unanimità proposto di eleggere Al Bano quale presidente onorario del Comitato (e vice presidente onorario il giornalista della Gazzetta Franco Giuliano).

In apertura dei lavori era  stata data lettura del documento inviato dal presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna , con il quale veniva manifestato il sostegno suo personale e dell'Assemblea regionale, all'iniziativa  definita dallo stesso Introna "una causa giusta".

Oggi il presidente del Consiglio ha voluto ribadire il suo appoggio alla battaglia dei cittadini di Latiano scrivendo questa volta una lettera ufficiale al Sovrintendente regionale ai Beni per i Beni architettonici e paesaggistici con la quale si  chiede  "di valutare l'ipotesi di vincolo e tutela per assicurare l'efficace conservazione e valorizzazione della casa del Beato". Un documento importantissimo di cui ora non si potrà non tenere conto e che cambia di fatto il valore stesso dell'immobile sul quale da ieri (e oggi con la lettera del presidente Introna) è stato acceso un interesse sociale e culturale che molti avevano evidentemente sottovalutato.

Il documento a firma del presidente Introna è un atto fondamentale che dà spessore all'iniziativa voluta da Al Bano e sottoscritta dai cittadini e mette fine a qualsiasi futura speculazione su quel bene,  patrimonio della città e del Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400