Cerca

Fu ucciso da un gommone
della Gdf: vedova lamenta
il ritardo del risarcimento

LECCE – Una diffida al ministero dell’Interno e alla prefettura di Lecce è stata inoltrata dal legale della vedova di un medico leccese, Silvio Cribari, investito e ucciso l’8 giugno 2000 nelle acque di San Foca mentre faceva una battuta di pesca in immersione da un natante della guardia di finanza impegnato in un’operazione anti-immigrazione, a causa del ritardo del risarcimento alla parte civile
Fu ucciso da un gommone
della Gdf: vedova lamenta
il ritardo del risarcimento
LECCE – Una diffida al ministero dell’Interno e alla prefettura di Lecce è stata inoltrata dal legale della vedova di un medico leccese, Silvio Cribari, investito e ucciso l’8 giugno 2000 nelle acque di San Foca mentre faceva una battuta di pesca in immersione da un natante della guardia di finanza impegnato in un’operazione anti-immigrazione, a causa del ritardo del risarcimento alla parte civile.

Il procedimento penale a carico dei quattro finanzieri a bordo del potente gommone investitore si è concluso quattro anni fa con la condanna a quattro mesi di reclusione di due dei militari ritenuti colpevoli di omicidio colposo, e con la decisione di liquidare separatamente i danni alla parte civile.

"Non è questo lo Stato che vorrei – commenta Virginia Greco - indifferente e supponente. Uno Stato che ci ha lasciato sole me, e mia figlia. È inspiegabile e umiliante quello che sta accadendo, la prefettura di Lecce ha più volte ripreso l'iter della fase istruttoria per accertare, ai fini del risarcimento da liquidare, che i militari a bordo del gommone fossero realmente impegnati in un'operazione di polizia giudiziaria, ma questo è stato acclarato e confermato sia dalla stessa guardia di finanza che dall’Avvocatura dello Stato" in tutti i gradi di giudizio.

La procedura seguita dalla donna, assistita dall’avvocato Adriano Tolomeo, per ottenere il risarcimento è quella 'specialè stabilita dal Dpr 388 per le vittime in azioni di polizia. "Dovrebbe avvenire tutto entro al massimo 120 giorni - conclude Virginia Greco – e invece qui è tutto bloccato e quando chiedo spiegazioni, finisco col ricevere risposte umilianti". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400