Cerca

Sorrentino e Camilleri
al Bif&st di Bari

BARI - L'apertura sarà affidata a Paolo Sorrentino e la chiusura ad Andrea Camilleri intervistato da PIF: sono le ultime novità della quinta edizione del 'Bif&st’ (Bari international film fest) che è stata presentata stamattina nel capoluogo pugliese dove la manifestazione si svolgerà dal 5 al 12 aprile prossimi. Il tutto in omaggio a Volontè
Sorrentino e Camilleri
al Bif&st di Bari
BARI - L'apertura sarà affidata a Paolo Sorrentino e la chiusura ad Andrea Camilleri intervistato da PIF: sono le ultime novità della quinta edizione del 'Bif&st’ (Bari international film fest) che è stata presentata stamattina nel capoluogo pugliese dove la manifestazione si svolgerà dal 5 al 12 aprile prossimi. All’incontro con i giornalisti – che si tiene dopo quello del 20 marzo a Roma – hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore alla cultura della Regione Puglia, Silvia Godelli, e il direttore artistico Felice Laudadio. Laudadio ha confermato che "ormai da cinque anni, il festival presenta il meglio del cinema italiano e in questi anni il pubblico è salito da 25mila e 70mila spettatori».

Rispetto allo scorso anno – ha continuato – il numero degli appuntamenti è calato da 402 a 332, ma tra questi vi sarà un contributo, a venti anni dalla morte, a Gian Maria Volontè al quale sono dedicati 75 appuntamenti tra incontri, proiezioni cinematografiche e documenti delle Teche Rai. A proposito dell’omaggio a Volontè, Laudadio ha aggiunto che Francesco Rosi, che doveva essere uno dei protagonisti delle testimonianze di chi lo ha diretto coordinate da Maria Pia Fusco non arriverà. «A 92 anni – ha detto Laudadio – non se la sente di affrontare il viaggio, nella giornata prevista sarà proposto il video con l’intervista a Rosi realizzata dal critico Marco Spagnoli».

«La Regione è rimasta l’unico ente pubblico in Puglia a finanziare le manifestazioni culturali» ha detto l’assessore Godelli, e nel ringraziare gli sponsor privati ha aggiunto: «questo è un segno di grande apertura che mi fa pensare che possa esserci un futuro». E a proposito di futuro ha assicurato che «sono già stati individuati i finanziamenti per l’edizione 2015 del 'Bif&st’nonostante il prossimo sarà l’ultimo anno della giunta guidata da Vendola. Le iniziative culturali non possono morire per gli eventuali cambiamenti politici dei governi locali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400