Cerca

Oltre 100 anni di storia
con l'archivio digitale
della «Gazzetta»
{6:15906"Foto della presentazione"}

BARI - Ieri mattina si è svolta a Bari (ex palazzo delle Poste in via Nicolai) la presentazione (con diretta streaming sul nostro sito) dell’archivio storico digitale della Gazzetta del Mezzogiorno, che offre ai lettori, a costi contenuti, l’opportunità di consultare e sfogliare tutti i numeri del giornale a partire dal primo novembre 1887, giorno di nascita del Corriere delle Puglie (testata originaria della Gazzetta). Un patrimonio a disposizione di tutti
{13:1742"La video-lettera del direttore"}
Introna: archivio della Gazzetta strumento del futuro
Oltre 100 anni di storia
con l'archivio digitale
della «Gazzetta»
{6:15906"Foto della presentazione"}
BARI - Ieri  si è svolta a Bari (ex palazzo delle Poste in via Nicolai) la presentazione dell'archivio storico digitale della Gazzetta del Mezzogiorno, che offre ai lettori, a costi contenuti, l’opportunità di consultare e sfogliare tutti i numeri del giornale a partire dal primo novembre 1887, giorno di nascita del Corriere delle Puglie (testata originaria della Gazzetta)

Uno strumento importantissimo per i ricercatori, gli studiosi, i professionisti ma anche i singoli cittadini incuriositi da una notizia del passato, dalla voglia di indagare tra ieri e oggi.

L’archivio storico della Gazzetta del Mezzogiorno è un’eredità culturale unica. Più di un secolo di storia raccontata attraverso le pagine originali del nostro giornale. Adesso fruibile in digitale. Un patrimonio a disposizione di tutti.

Un modo per navigare nella storia, per lasciarsi trasportare dalla curiosità e abbandonarsi all’emozione. Basta provare a digitare per aprire una pagina di storia: il vostro viaggio sarà indimenticabile. Divertente. Affascinante. Da ripetere tutte le volte che vorrete.

Scoprite il piacere di leggere un’edizione di 100 anni fa in digitale. Un sistema che ormai è irrinunciabile perché permettere di trovare in pochi secondi ciò che un tempo implicava lunghe e defatiganti ricerche bibliotecarie. Il nostro archivio è un patrimonio che adesso diventa indistruttibile, al passo con le esigenze di ciascuno e pronto viaggiare tra passato e futuro.

Finalmente, potete dare una risposta a tutte le vostre domande. Anche con una semplice ricerca. Per aree tematiche e decenni, per data o per parole chiave. A voi la scelta.

La ricerca per temi e decenni vi consentirà di avere una panoramica dei fatti più rilevanti successi in una determinata area tematica, nel decennio selezionato. Scelti tema e decennio, il sistema mostrerà un breve lancio dell’evento trovato e la prima pagina del giornale di riferimento. Immaginate di scegliere: «Politica e società» nel «decennio 1930» ecco che il sistema fornirà gli eventi più salienti dal 1930 al 1940. Così, scoprirete che l’8 gennaio 1930 «Il Principe di Savoia si sposava con Maria José del Belgio» o che l’8 marzo 1930 in India aveva inizio la disobbedienza civile guidata da Gandhi. Ma i tipi di ricerca non finiscono qui. Grazie alla ricerca per data potrete andare direttamente al giornale del giorno d’interesse. Invece, indicando una o più «parole chiave» e delimitando il periodo temporale con una data di inizio e una di fine metterete in funzione la macchina del tempo.

Pochi secondi e avrete tutti i risultati trovati: la pagina dell’epoca in cui sono state rintracciate le parole chiave e il contesto verbale in cui sono inserite.

Una volta scelta la pubblicazione di interesse basta un clic per iniziare a leggere. Ogni edizione sarà liberamente consultabile per pochi secondi al temine dei quali si oscurerà chiedendo all’utente di procedere al pagamento per continuare a leggere.

L’archivio storico è raggiungibile (ed acquistabile) sia da web che da iPad. Una volta effettuato l’acquisto, grazie alle vostre credenziali di accesso, potrete usufruire del vostro abbonamento da dove volete.

La storia a portata di clic: il nostro Mezzogiorno così come è stato visto nel tempo attraverso gli articoli, i reportage, le inchieste, le piccole e grandi notizie sarà consultabile per tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400