Cerca

«Fate entrare
in ospedale
cani e gatti»

LECCE – Cani e gatti in ospedale, come veri e propri parenti, anche loro, per far visita ai proprietari ricoverati in ospedale. E’ questa l’idea dell’assessore Andrea Guido, delegato della Giunta Comunale di Lecce per la Sanità. "L'obiettivo – ha spiegato l’assessore Guido – è quello di migliorare ulteriormente una normativa che è già all’avanguardia a livello nazionale nella tutela del benessere degli animali"
IL COMMENTO - Spingiamo per l'assistenza domiciliare più che per la pet therapy
«Fate entrare
in ospedale
cani e gatti»
LECCE – Cani e gatti in ospedale, come veri e propri parenti, anche loro, per far visita ai proprietari ricoverati in ospedale. E’ questa l’idea dell’assessore Andrea Guido, delegato della Giunta Comunale di Lecce per la Sanità. "L'obiettivo – ha spiegato l’assessore Guido – è quello di migliorare ulteriormente una normativa che è già all’avanguardia a livello nazionale nella tutela del benessere degli animali. La presenza dell’animale agisce direttamente sul benessere fisico e psichico della persona malata. E’ un’opportunità per portare sollievo, soprattutto nei casi di lungodegenza o nelle fasi più avanzate della malattia". "Al momento – sottolinea Guido – mi sono limitato a chiedere al direttore generale della Asl di Lecce, Valdo Mellone, di valutare l’opportunità di allestire presso la struttura ospedaliera Vito Fazzi di Lecce una stanza, adeguatamente attrezzata, dove poter consentire il libero accesso agli animali da compagnia ed il loro incontro con i proprietari ospedalizzati, ma un domani mi piacerebbe poter permettere l’apertura di tutte le strutture sanitarie, pubbliche e private, attraverso un apposito disciplinare, a tutti gli animali d’affezione". La Pet Therapy - sottolinea l’assessore – basata sull'interazione uomo-animale, rafforza e coadiuva le tradizionali terapie e può essere impiegata su pazienti affetti da differenti patologie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400