Cerca

Il Bari riabbraccia Minala
E in difesa ecco Guilherme

Il Bari riabbraccia Minala E in difesa ecco Guilherme

di Davide Lattanzi

Ecco le prime operazioni in entrata del mercato invernale biancorosso. Ieri il Bari ha riabbracciato Jospeh Minala, tornato nel club di Gianluca Paparesta dopo l’esperienza dello scorso torneo, condita da 18 presenze e tre reti. Il 19enne camerunense è stato prelevato dalla Lazio con la formula del prestito con diritto di riscatto per l’intero cartellino, pare ad un cifra già fissata attorno ai due milioni. Il centrocampista, che ha trascorso al Latina la prima parte del campionato, ha già svolto ieri il primo allenamento agli ordini di Andrea Camplone. «Sono felice di essere tornato a Bari», afferma Minala. «Questa città è un palcoscenico importante dove posso continuare a imparare molto. Ho voglia di riscatto dopo la parentesi di Latina. Non so bene che cosa non abbia funzionato in nerazzurro: mi sono sempre allenato con professionalità, senza fare polemiche, ma ho giocato poco. Adesso voglio pensare soltanto a ritagliarmi uno spazio: un’impresa ardua considerata la qualità della concorrenza». Minala in biancorosso ha già lavorato con Devis Mangia e Davide Nicola: ora trova Andrea Camplone. «Ho parlato con il nuovo allenatore - dice - che mi ha detto come vuole utilizzarmi. Ho scoperto una persona determinata e con le idee chiare. Cercherò di farmi trovare pronto e di sfruttare ogni chance disponibile. Fisicamente sto bene e sono pronto a mettermi subito a disposizione. Spero di contribuire a regalare gioie ai nostri splendidi tifosi».

A breve dovrebbe essere annunciato anche il nuovo terzino sinistro. Dopo un lungo valzer di nomi che ha spaziato da Longhi (ieri il giocatore era vicino all’accordo con il Bari, ma è mancata l’intesa con il Sassuolo) a Mammarella (Lanciano), fino a Morleo (Bologna), il laterale mancino, a meno di ripensamenti dell’ultim’ora, arriverà dall’estero, su diretta imbeccata del ds Razvan Zamfir. Ieri, infatti, era già a Bari il brasiliano Guilherme Haubert Sityà. Nato a Porto Alegre il primo aprile 1990, Guilherme ha cominciato la carriera in patria con Porto Alegre e Caxias. Dal 2012, gioca in Romania: arrivato al Concordia Chiajna, ha poi vissuto un biennio al Petrolul Ploiesti (vincendo una coppa di Lega), quindi una breve parentesi in Germania al Greuther Furth (formazione della seconda divisione tedesca) ed il ritorno nei Balcani lo scorso campionato, nel quale ha vinto campionato e coppa nazionale alla Steaua Bucarest, club con cui, però, ha appena rescisso il vincolo. Il laterale sudamericano ha già svolto le visite mediche e tra oggi e domani potrebbe firmare il nuovo contratto con il Bari.

L’obiettivo di Zamfir ora si sposterà sul centrocampo, nel tentativo di consegnare a Camplone la mezzala di qualità richiesta dal trainer pescarese. L’obiettivo resta Jacopo Dezi per il quale c’è già un accordo di massima con il Napoli sulla base di un prestito con diritto di riscatto. Sul 23enne abruzzese si è fatto avanti anche il Vicenza, ma il Bari sembra in vantaggio. La volontà di Zamfir sarebbe portarlo in biancorosso prima del match di venerdì a La Spezia. Soltanto nelle prossime battute di mercato si valuterà l’opportunità di intervenire anche su un difensore centrale e su una punta. Bisognerà, tuttavia, operare pure in uscita: oltre Del Grosso, vicini all’addio sono Petropoulos, almeno uno tra Donati e Romizi, nonché Camara che dovrebbe rientrare all’Inter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400