Cerca

Petruzzelli, nel cartellone
lirico-sinfonico: 7 opere
15 concerti e 2 balletti

BARI – "Orgoglio per il ritrovato fulgore non solo economico ma soprattutto artistico, Fuortes ha aperto lo spazio del teatro all’arte e al grande pubblico": così l'assessore alla Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli ha introdotto la presentazione del cartellone lirico sinfonico 2013-2014 della Fondazione Petruzzelli. Ricco di sette opere, 15 concerti, due balletti, prevede la partecipazione di grandi direttori, tra gli altri, di Antonio Pappano, e grandi registi come Gianni Amelio, Ozpetek, Bellocchio e Kentridge
Petruzzelli, nel cartellone
lirico-sinfonico: 7 opere
15 concerti e 2 balletti
BARI – "Orgoglio per il ritrovato fulgore non solo economico ma soprattutto artistico, Fuortes ha aperto lo spazio del teatro all’arte e al grande pubblico": così l'assessore alla Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli ha introdotto la presentazione del cartellone lirico sinfonico 2013-2014 della Fondazione Petruzzelli. Ricco di sette opere, 15 concerti, due balletti, prevede la partecipazione di grandi direttori, tra gli altri, di Antonio Pappano, e grandi registi come Gianni Amelio, Ozpetek, Bellocchio e Kentridge.

"Per il cartellone 2014 – ha sottolineato il commissario Carlo Fuortes nel corso dell’incontro con i giornalisti – c'è un notevole incremento quantitativo, con due opere in più, 49 alzate di sipario rispetto alle 39 dello scorso anno, e alle 20 di due anni fa, con il numero di concerti passato da dieci a quindici, e tutto con costi pari a quelli della stagione precedente".

"Ci sono omaggi a Strauss, Verdi, Puccini, Donizetti, Mozart – ha continuato Fuortes – titoli internazionali, con coproduzioni europee: Bari si avvicina all’Europa, e l’Europa si avvicina a Bari".

Il cartellone è stato presentato in dettaglio dal direttore musicale Daniele Rustioni: si parte il 19 gennaio con un concerto "straordinario – è stato detto – diretto da Sir Antonio Pappano e la partecipazione della pianista Yuja Wang". Seguirà l’inizio vero e proprio della lirica, il 25 gennaio, con 'Elektrà di Strauss, direttore Jonathan Nott e regia di Gianni Amelio, poi sarà la volta, 23 marzo, di 'Traviatà diretta dal maestro Daniele Rustioni e la regia di Ferzan Ozpetek, e "I pagliacci", 21 maggio, con la direzione di Paolo Carignani e Giuseppe La Malfa e la regia di Marco Bellocchio. Dopo la pausa estiva, il 18 settembre, è in programma un omaggio a Nino Rota con la messa in scena del "Cappello di paglia di Firenze" diretto dal maestro Giuseppe La Malfa e la regia di Elena Barbalich, e in ottobre l’omaggio a Puccini con il Trittico diretto da Daniele Rustioni e la regia di Damiano Michieletto. In novembre, giorno 19, andrà in scena 'Lucia di Lammermoor' con il maestro Roberto Abbado e la regia di Graham Vick, e in chiusura di stagione un’opera mai rappresentata a Bari: 'Il flauto magicò, nella produzione del Festival international d’Art Lyrique di Aix-en-Provence, con la direzione del maestro Roland Boer e la regia di William Kentridge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400