Cerca

Spara alla fidanzata
lei non lo denuncia
Altro raptus: arrestato

TARANTO – E' stata ferita una prima volta ieri sera con un colpo di pistola alla schiena, ma avrebbe deciso di tacere, secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, per coprire il suo convivente. Oggi però l’uomo ha avuto un altro raptus e le ha sparato per strada, colpendola al torace. E’ in gravi condizioni la 20enne di Statte ferita con colpi di pistola dal fidanzato, Cosimo De Biaso (nella foto), di 24 anni, con precedenti penali, arrestato dai carabinieri
Spara alla fidanzata
lei non lo denuncia
Altro raptus: arrestato
TARANTO – E' stata ferita una prima volta la notte precedente con un colpo di pistola alla schiena, ma avrebbe deciso di tacere, secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, per coprire il suo convivente. Ieri però l’uomo ha avuto un altro raptus e le ha sparato per strada, colpendola al torace. E’ in gravi condizioni la 20enne di Statte ferita con colpi di pistola dal fidanzato, Cosimo De Biaso, di 24 anni, con precedenti penali, arrestato dai carabinieri.

La convivenza tra i due era iniziata da appena un mese. La donna ferita ha chiamato la madre e insieme si sono allontanate in automobile per tentare di sfuggire all’uomo, che le ha inseguite, continuando a sparare e speronando la vettura. Da chiarire i motivi del doppio tentativo di omicidio.

De Biaso, a quanto si è appreso, ha sparato anche un colpo di pistola, andato a vuoto, contro l’automobile della madre della sua convivente, che stava seguendo l’ambulanza del 118; il mezzo stava portando in ospedale la donna ferita.

Solo le sirene delle pattuglie di carabinieri che stavano giungendo hanno indotto l’uomo a desistere e ad allontanarsi. Il 24enne è stato arrestato per tentativo di omicidio e detenzione e porto di arma clandestina. I militari si sono appostati nelle vicinanze dell’abitazione del giovane nell’eventualità che potesse fare rientro per occultare qualche elemento di prova. Poco dopo è giunto sul posto De Biaso che alla vista dei carabinieri ha tentato invano di fuggire, ma è stato bloccato. A questo punto, il giovane ha cercato di indurre in errore i militari fornendo le generalità del proprio gemello, ma lo stratagemma non ha funzionato.

Il 24enne è stato trovato in possesso di un revolver tipo scacciacani, modificato per l’impiego di proiettili calibro 22; nel tamburo vi erano 4 proiettili esplosi e 2 integri, nonchè ulteriori 32 proiettili dello stesso calibro. All’interno dell’ abitazione, invece, oltre a macchie di sangue, i militari hanno trovato un proiettile sempre calibro 22 e un bossolo dello stesso calibro. Dalle indagini è emerso che la donna ferita da tempo era vittima di maltrattamenti, angherie e percosse da parte del compagno ma, nonostante tutto, la ventenne non aveva mai denunciato tali episodi. La ragazza già nell'aggressione precedente era stata ferita al fianco sinistro, ma si era medicata da sola e non aveva chiesto l’intervento dei sanitari. Ieri l’uomo, al termine di una nuova lite, ha impugnato la pistola e ha premuto il grilletto colpendola all’emitorace sinistro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400