Cerca

Resistenza, cittadini
Barletta (10 settembre)
ricevuti da Napolitano

BARLETTA – Saranno aperte dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che il prossimo 10 settembre riceverà al Quirinale una delegazione di cittadini barlettani, le iniziative celebrative del 70 anniversario della resistenza della città di Barletta e della sua guarnigione militare all’occupazione nazista che culminò nell’eccidio di 10 vigili urbani e due netturbini. Lo ha comunicato il sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, nella riunione di giunta che si è svolta ieri sera
Resistenza, cittadini
Barletta (10 settembre)
ricevuti da Napolitano
BARLETTA – Saranno aperte dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che il prossimo 10 settembre riceverà al Quirinale una delegazione di cittadini barlettani, le iniziative celebrative del 70 anniversario della resistenza della città di Barletta e della sua guarnigione militare all’occupazione nazista che culminò nell’eccidio di 10 vigili urbani e due netturbini. Lo ha comunicato il sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, nella riunione di giunta che si è svolta ieri sera.

Il Capo dello Stato – riferisce una nota – ha accolto la proposta del sindaco, Pasquale Cascella, di ricevere al palazzo del Quirinale una delegazione rappresentativa della città di Barletta, comprendente i famigliari dei caduti, il prossimo 10 settembre, nell’anniversario dei primi atti di contrasto degli abitanti e dei militari ai nazifascisti che, dopo l’armistizio, puntavano a perpretare la dittatura e la guerra.

Cascella ha inoltre riferito alla giunta che la celebrazione solenne del sacrificio di cittadini e militari di stanza in città nei giorni del '43 successivi all’armistizio avrà luogo nel pomeriggio del 12 settembre al teatro Curci con la partecipazione del presidente del Senato, Pietro Grasso, e del ministro della Difesa, Mario Mauro.

Al termine, in Piazza Caduti dove saranno schierati reparti militari, alla presenza dei rappresentanti degli Enti Locali e delle Associazioni Combattenti e d’Arma e della Banda della Brigata Pinerolo, saranno deposte una corona d’alloro al monumento ai Caduti in Guerra e una alla lapide che ricorda il sacrificio dei vigili trucidati. L’omaggio pubblico culminerà davanti a Palazzo Picardi, che nel settembre del '43 era sede del Comando dei Vigili Urbani, dove sarà scoperta una lapide in memoria del barbaro eccidio.

Insieme all’adesione di Giorgio Napolitano, che già da ministro dell’Interno il 21 settembre 1998 aveva direttamente consegnato a Barletta la prima medaglia d’oro al merito civile (l'altra, al valore militare, fu conferita al gonfalone della città il 25 aprile 2004 proprio al Quirinale dall’allora presidente Carlo Azeglio Ciampi), il Comune ha ricevuto comunicazione di numerosi altri patrocini, tra cui quelli del Senato della Repubblica, della Camera dei deputati, del Ministero della Difesa, dell’Anci e della Regione Puglia. Alla ricorrenza saranno dedicate diverse iniziative concordate con l'Archivio della Resistenza e della Memoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400