Cerca

Lecce, esplodono fuochi
d'artificio della Festa
tre le persone ferite
Lo spettacolo è sospeso

LECCE – Tre persone sono rimaste ferite, una delle quali in modo grave, in seguito alla esplosione di fuochi d’artificio che dovevano essere sparati nella tarda serata, passata la mezzanotte, a conclusione dei festeggiamenti in onore dei santi patroni della città di Lecce, Oronzo, Giusto e Fortunato. I fuochi, si trovavano in un camioncino posteggiato in via Potenza, nella prima periferia della città, quando forse a causa di uno sfregamento, sono esplosi contemporaneamente, ferendo tre persone che si trovavano nelle immediate vicinanze.
Lecce, esplodono fuochi
d'artificio della Festa
tre le persone ferite
Lo spettacolo è sospeso
LECCE – Tre persone sono rimaste ferite, una delle quali in modo grave, in seguito alla esplosione di fuochi d’artificio che dovevano essere sparati nella tarda serata, passata la mezzanotte, a conclusione dei festeggiamenti in onore dei santi patroni della città di Lecce, Oronzo, Giusto e Fortunato.

I fuochi, si trovavano in un camioncino posteggiato in via Potenza, nella prima periferia della città, quando forse a causa di uno sfregamento, sono esplosi contemporaneamente, ferendo tre persone che si trovavano nelle immediate vicinanze.

Per una delle persone rimaste ferite - probabilmente operai dell’azienda incaricata – si è reso necessario il ricovero nel centro grandi ustionati di Brindisi, a causa delle gravi ustioni riportate sul corpo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per spegnere le fiamme. La zona è stata transennata e l’accesso ad automobili e passanti è interdetto.

Come da tradizione prima che i fuochi vengano sparati, vengono effettuate delle prove con le tre batterie previste. Queste ultime erano nel furgone ed è quindi probabile che gli operai della ditta incaricata stessero maneggiando i giochi pirotecnici.

SPETTACOLO SOSPESO

Non saranno sparati questa sera i fuochi d'artificio che, come vuole la tradizione, chiudono i festeggiamenti in onore dei santi patroni di Lecce, Oronzo, Giusto e Fortunato. Lo ha deciso il sindaco di Lecce Paolo Perrone in segno di solidarietà con le famiglie delle tre persone rimaste ferite oggi - una delle quali in maniera grave - nella esplosione di giochi pirotecnici che erano all'interno di un furgone.

Il più grave dei feriti è stato ricoverato nell'ospedale grandi ustionati di Brindisi. Si tratta di Fabrizio Castelluzzo, titolare di una ditta di giochi pirotecnici della zona. Era nel furgoncino col padre Vittorio, impegnato a posizionare il materiale, quando - per cause in corso di accertamento - è stato investito dalla esplosione.

Le sue condizioni sono gravi ma - a quanto si è saputo - è lucido e cosciente. Il padre invece è stato ricoverato nel reparto di oculistica del 'Vito Fazzì di Lecce. Solo qualche escoriazione per il terzo ferito, di cui al momento non si conosce il nome. È in corso il sopralluogo dei tecnici dei vigili del fuoco nell'area interessata dalla esplosione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400