Cerca

Barletta, rebus grattini
per poter parcheggiare

di GIUSEPPE DIMICCOLI
BARLETTA - «Gli abbonamenti non sono validi lungo la litoranea» è da qualche settimana ben evidenziato sui pannelli presenti sulle strade del mare. Per non incorrere in sanzioni bisogna inserire monete nei 19 parcometri ed esibire il tagliando sul cruscotto. In città, dove valgono gli abbonamenti e ci sono anche i parcometri, i prezzi e gli orari sono diversi
Barletta, rebus grattini
per poter parcheggiare
di Giuseppe Dimiccoli

BARLETTA - «Ma perchè noi automobilisti, che già soffriamo la non facile situazione a livello di traffico, dobbiamo ogni giorno fare i conti con il rebus dei grattini per poter parcheggiare? Non è possibile semplificare il tutto?». A porre il quesito è il nostro lettore Giovanni F. che ha scritto in Redazione facendo specificando che: «Se non fosse stato per l’attenzione di mio nipote Ferdinando avrei parcheggiato la mia auto sulla litoranea di Ponente esibendo l’abbonamento che ottengo versando la somma di 48 euro al mese ricevendo una salata sanzione. Aggiungo che anche i grattini che si acquistano in città non sono validi per lasciare l’auto».

In realtà il fatto che «gli abbonamenti non sono validi lungo la litoranea» è da qualche settimana ben evidenziato sui pannelli presenti sulle strade del mare. Per non incorrere in sanzioni bisogna inserire monete nei 19 parcometri ed esibire il tagliando sul cruscotto (si paga 30 centesimi per 30 minuti; 60 per 60 minuti e le fasce orarie vanno dalle 9 alle 14 e dalle 16 alle 24). In città, dove valgono gli abbonamenti e ci sono anche i parcometri, i prezzi e gli orari sono diversi: si paga 40 centesimi per 30 minuti; 80 per 60 minuti e gli orari vanno dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 22 (esclusi i festivi) per tutto l’anno.

Anche per quanto riguarda la gestione finanziaria si procede su binari diversi sulle litoranee il servizio è di pertinenza del Comune ma è stato affidato alla Barsa che percepisce un compenso per il servizio; mentre in città l’appalto è della Barsa che regolarmente trasferisce l’agio al Comune sugli incassi.

Insomma un rebus risolvibile?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400