Cerca

Acquaviva, donna muore
dopo due interventi
indaga Procura di Bari

BARI – La Procura di Bari ha aperto un’ inchiesta sulla morte di una donna leccese di 65 anni. L'anziana, ricoverata nella scorse settimane presso l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari), è stata sottoposta a due diversi interventi. Il primo per l’asportazione di una cisti epatica. Il secondo per l’impianto di una protesi al femore. A pochi giorni dall’ultimo intervento, il 17 luglio scorso, la donna è morta per cause in corso di accertamento. Il pm barese che coordina le indagini, Luciana Silvestris, ha affidato oggi l’incarico per l’autopsia al medico legale Giancarlo Di Vella (nella foto).
Acquaviva, donna muore
dopo due interventi
indaga Procura di Bari
BARI – La Procura di Bari ha aperto un’ inchiesta sulla morte di una donna leccese di 65 anni. L'anziana, ricoverata nella scorse settimane presso l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari), è stata sottoposta a due diversi interventi. Il primo per l’asportazione di una cisti epatica. Il secondo per l’impianto di una protesi al femore.

A pochi giorni dall’ultimo intervento, il 17 luglio scorso, la donna è morta per cause in corso di accertamento. Il pm barese che coordina le indagini, Luciana Silvestris, ha affidato oggi l’incarico per l’autopsia al medico legale Giancarlo Di Vella.

L’esame autoptico chiarirà le cause del decesso e se vi siano state responsabilità da parte dei sanitari che hanno avuto in cura la donna. Al momento la Procura non ha proceduto a iscrizioni nel registro degli indagati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400