Cerca

Maratea, falsi invalidi
4 denunce della Gdf

di PINO PERCIANTE
MARATEA - I casi sono due: o l’aria del Lagonegrese favorisce guarigioni miracolose oppure c’è qualcosa che non funziona nel meccanismo dei controlli su chi chiede aiuti dallo Stato. Nel primo caso tocca alla Chiesa indagare, il secondo invece, è materia che ri guarda la giustizia degli uomini. La Guardia di Finanza di Maratea ha scoperto nel Lagonegrese quattro persone che percepivano soldi pubblici senza averne alcun di ritto e per questo motivo sono state denunciate
Maratea, falsi invalidi
4 denunce della Gdf
di Pino Perciante 

MARATEA - I casi sono due: o l’aria del Lagonegrese favorisce guarigioni miracolose oppure c’è qualcosa che non funziona nel meccanismo dei controlli su chi chiede aiuti dallo Stato. Nel primo caso tocca alla Chiesa indagare, il secondo invece, è materia che riguarda la giustizia degli uomini. La Guardia di Finanza di Maratea ha scoperto nel Lagonegrese quattro persone che percepivano soldi pubblici senza averne alcun diritto e per questo motivo sono state denunciate alla Procura della Repubblica per truffa aggravata ai danni dello Stato. Ancora da quantificare la cifra percepita indebitamente dai «furbetti del vitalizio».

L’indagine è partita nei mesi scorsi.I finanzieri di Maratea, diretti dal maresciallo Guilino Orrico, hanno cominciato a scavare nei meandri degli aiuti forniti dallo Stato a uomini e donne destinatari di assegni a vario titolo con l’obiettivo di scoprire eventuali imbrogli. Dagli accertamenti sono emerse, finora, quattro posizioni sospette a carico di altrettante persone domiciliate tra Maratea, Trecchina e Rivello. Ma l’impressione è che il calderone non sia stato ancora scoperchiato completamente.

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400