Cerca

Percorsi per disabili
tra i Sassi di Matera

MATERA – Accessi facilitati, opportunità di “visitare” in tre dimensioni e in sei lingue, anche con il linguaggio dei segni (Lis) per i sordi e il “braille” per non vedenti, il patrimonio rupestre dei rioni Sassi e del comprensorio murgico sono le opportunità offerte a disabili e a persone con difficoltà motorie, anziani e minori, dal Museo Multimediale inaugurato oggi a Matera nella chiesa rupestre di San Pietro Barisano, nell’omonimo rione di tufo
Percorsi per disabili
tra i Sassi di Matera
MATERA – Accessi facilitati, opportunità di “visitare” in tre dimensioni e in sei lingue, anche con il linguaggio dei segni (Lis) per i sordi e il “braille” per non vedenti, il patrimonio rupestre dei rioni Sassi e del comprensorio murgico sono le opportunità offerte a disabili e a persone con difficoltà motorie, anziani e minori, dal Museo Multimediale inaugurato oggi a Matera nella chiesa rupestre di San Pietro Barisano, nell’omonimo rione di tufo.

L'iniziativa, avviata dai soci della cooperativa “Oltre l'Arte”, è legata al progetto “Sassi e Sensi: conoscere Matera oltre le barriere”, e si aggiunge ad altre iniziative che stanno consentendo la fruizione ai turisti delle chiese rupestri del Sasso Caveoso e in questi giorni della Basilica Cattedrale (chiusa per lavori di restauro) che ha avuto finora quattromila visitatori. “Abbiamo ritenuto necessario questo investimento economico per la realizzazione del Museo Multimediale – ha dichiarato Rosangela Maino, Presidente della Coop. Oltre l’Arte – perchè la bellezza appartiene a tutti e non può essere preclusa ad alcuno. Grazie alla tecnologia, anche i turisti portatori di handicap motori potranno scoprire le bellezze delle nostre chiese rupestri, in particolare della Madonna de Idris, San Giovanni in Monterrone, Santa Lucia alle Malve, San Pietro Barisano”.

I visitatori del museo multimediale potranno anche toccare con mano gli ambienti rupestri “in scala” grazie ai plastici di alcune chiese realizzate da Gino Annunziata. L’inaugurazione del museo è stata preceduta da un convegno a cui hanno partecipato tra gli altri i presidenti della federazione nazionale superamento handicap Pietro Barbieri, dell’Unitalsi Salvatore Pagliuca, il direttore dell’Apt di Basilicata Giampiero Perri, l’assessore al turismo del Comune di Matera Alberto Giordano e il vescovo della diocesi di Matera e Irsina, Salvatore Ligorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400