Cerca

Nancy Dall'Olio chiama i vip «Salviamo la Puglia dalla crisi»

Appello di Nancy Dell’Olio ai pugliesi vip di tutto il mondo affinché si adoperino per dare un contributo alla grave crisi che sta affrontando la regione, colpita in questi mesi da difficili vicende occupazionali ed economiche. Intervenuta a KlausCondicio, la trasmissione di approfondimento politico di Klaus Davi in onda su YouTube, l’avvocato e imprenditrice italiana ha dichiarato: «Mi appello a quei pugliesi famosi nel mondo e che si sono contraddistinti per aver raggiunto posizioni di particolare prestigio, affinché mettano la loro sensibilità, la loro autorevolezza e il loro now how al servizio della nostra regione»
Nancy Dall'Olio chiama i vip «Salviamo la Puglia dalla crisi»
Appello di Nancy Dell’Olio ai pugliesi vip di tutto il mondo affinché si adoperino per dare un contributo alla grave crisi che sta affrontando la regione, colpita in questi mesi da difficili vicende occupazionali ed economiche. Intervenuta a KlausCondicio, la trasmissione di approfondimento politico di Klaus Davi in onda su YouTube, l’avvocato e imprenditrice italiana ha dichiarato: «Mi appello a quei pugliesi famosi nel mondo e che si sono contraddistinti per aver raggiunto posizioni di particolare prestigio, affinché mettano la loro sensibilità, la loro autorevolezza e il loro now how al servizio della nostra regione, gravemente colpita da una crisi industriale ed economica senza precedenti».

E alla domanda di Klaus Davi: «Quali sono i vip che potrebbero dare un contributo?», Nancy Dell’Olio ha risposto: «Penso a Mary De Vivo, tra le 50 donne più in vista della Francia e fondatrice di uno dei più noti ristoranti di Parigi il "Reservoir", a Vito Quaranta, direttore del Centre for cancer systems biology di Nashille negli USA fino a Fabio Mastrangelo direttore d’Orchestra a San Pietroburgo e all’astronomo Luigi Colangeli coordinatore dell’ESA Solar System Mission in Olanda. Ma non solo, anche tutte le altre celebrità born in Puglia dovrebbero dare il loro contributo per sostenere la nostra regione, da Lino Banfi a Violante Placido passando per Anna De Lu Russo, Ennio Capasa e tanti altri ancora».

Un particolare riferimento è stato fatto alla vertenza Natuzzi: «La vicenda Natuzzi - dice - è esemplificativa della difficoltà e della solitudine in cui opera il mondo imprenditoriale italiano. Serve sinergia e consapevolezza delle enormi potenzialità del nostro tessuto economico, della capacità di uscire dai confini nazionali, di guardare al mercato internazionale con l'autorevolezza del made in Italy, marchio dal valore ancora molto rilevante. Credo che in quest'ottica la Puglia debba giocare un ruolo di primo piano nel sistema Italia, ben oltre gli steccati della politica, con la consapevolezza che serve una visione più ampia e più lungimirante. Nel mio piccolo, anche dall'Inghilterra dove abito e lavoro, sono pronta ad offrire alla mia regione ogni aiuto necessario ad una proficua inversione di rotta. Detto questo – conclude – suggerisco agli imprenditori che sono diventati importanti anche grazie all’impegno dei pugliesi, di produrre le loro eccellenze in Puglia e non all’estero».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400