Cerca

A Foggia

Coniugi si svegliano
con i ladri nella stanza
Presi 3 romeni recidivi

polizia

FOGGIA - Si sono infilati in una casa di via De Stisi mentre padroni di casa dormivano. Una banda di rumeni è stata arrestata dalla Polizia la scorsa notte a Foggia. A dare l'allarme al 113, gli interessati che riferivano di aver sorpreso nella propria abitazione, mentre erano a letto, una persona accovacciata vicino al comò, che cercava di aprire i cassetti. La signora, per paura che il malintenzionato facesse del male a lei e al marito, fingeva di dormire ma subito dopo svegliava il coniuge, udendo altri rumori provenire dalle altre camere e poi sentendo qualcuno armeggiare vicino alla porta, evidentemente per uscire.
Gli Agenti della Polizia di Stato intervenuti effettuavano un controllo nell’abitazione per verificare l’eventuale presenza dei malfattori, accertando che l’accesso nell’abitazione era avvenuto tramite la finestra del bagno che si affaccia su di un terrazzo e che erano stati rubati un computer portatile, un telefonino, le chiavi di due autovetture, un portafogli contenente documenti, carte di credito, bancomat, codice fiscale.
Nelle vicinanze, prima venivano trovate le chiavi delle due autovetture e il portafogli, mentre in C.so Roma, angolo P.zza Volontari della Pace venivano rintracciate tre persone di nazionalità rumena, corrispondenti alla descrizione fatta dalla proprietaria di casa e da un testimone che li aveva notati allontanarsi dal luogo del furto frettolosamente. Gli stessi venivano bloccati ed identificati per Ovidiu Chiriac, 28 anni, rumeno senza fissa dimora, e due minor di 13 anni, anch'essi romeni.

Il maggiorenne veniva riconosciuto dalle vittime e quindi arrestato: il giovane ha numerosi precedenti di polizia e ha già subito condanne per furto in abitazione, è stato trasferito in carcere in attesa della direttissima. I due minorenni, invece, essendo non imputabili perché non ancora quattordicenni, sono stati affidati ai genitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini

    10 Gennaio 2016 - 13:01

    Ma perché date le notizie in questo modo? Rumeni? Dite pane al pane e vino al vino. Erano zingari cioè Rom, sia pure di nazionalità rumena. Piuttosto, mi chiedo, perché non si adotta un provvedimento di espulsione per i genitori e per quelle due perle dei loro figlioletti tredicenni?

    Rispondi