Cerca

la conferenza

Pittella: la Basilicata motore
d'Italia: non più cenerentola

marcello pittella

POTENZA - La Basilicata «non è più la cenerentola del Paese, e oggi ha recuperato protagonismo a livello nazionale, diventando uno dei locomotori dell’Italia». Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), stamani a Potenza nel corso della tradizionale conferenza stampa di inizio anno, citando dati sull'occupazione in crescita, sulla riduzione della fascia di povertà, e sul Pil regionale che, «dopo anni di trend negativi, riprende ad aumentare».
Pittella ha ricordato gli sforzi fatti negli ultimi 12 mesi "prima di tutto per il sostegno delle fasce deboli», con l'introduzione del Reddito minimo d’inserimento - «siamo i primi in Italia, con altre Regioni che seguono il nostro esempio», ha aggiunto il governatore - e con la disponibilità all’accoglienza dei migranti. Il Presidente della Regione ha anche annunciato che il 2016 «sarà l’anno della riforma del sistema sanitario lucano, che oggi ha i conti in ordine, ma è necessario lavorare sulla qualità, sull'eccellenza e sulla riduzione della migrazione» e di «un Piano straordinario per il sostegno e l'assistenza ai disabili».
Pittella, riferendosi poi al tema delle estrazioni petrolifere, ha evidenziato «la grande disponibilità del Governo», che «ha recepito gran parte del contenuto dei quesiti referendari 'anti trivellè": nel 2015, ha aggiunto il governatore, «non dobbiamo poi dimenticare che abbiamo ottenuto il 30% dell’Ires e l’apertura di una 'finestrà sul Patto di Stabilità». Accanto ai dati sul turismo, che «crescono esponenzialmente «, ha spiegato Pittella, c'è da «ricordare anche il grande successo del 'Capodannò a Matera, perfetto per organizzazione e logistica, e quindi una grande vetrina per la Capitale della cultura nel 2019, ma forse qualcuno - ha concluso - deve obbligatoriamente criticare, per faziosità o per un rigurgito nordista che esiste nel Paese, sul piano culturale e politico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400