Cerca

Controlli dei Cc

Salento, su 624 aziende ispezionate
317 avevano dipendenti irregolari

Salento, su 624 aziende ispezionate317 avevano dipendenti irregolari

LECCE - Nello scorso anno nel Salento sono risultate irregolari 317 aziende su 624 ispezionate dai carabinieri del Nucleo ispettorato lavoro, una delle quali del tutto sconosciuta al fisco. In particolare, è stata esaminata la posizione di 1.537 lavoratori (1.068 uomini e 469 donne), scoprendo 629 lavoratori irregolari (41%), di cui 319 totalmente in nero.


La maggiore incidenza di irregolarità ha interessato il settore edile, tanto che 123 aziende (su 145 ispezionate) sono incorse in provvedimenti amministrativi e penali. I militari del Nil hanno ispezionato anche 118 aziende del settore commercio, 103 agricole, e 71 tra alberghi e pubblici esercizi, rilevando irregolarità in oltre il 73% dei casi, con picchi nei settori edile e agricolo (89 aziende irregolari su 103 ispezionate) e verificando le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro in altre 201 aziende.

Poichè occupavano in nero più del 20% della forza lavoro, 80 aziende sono state sospese dall’attività, comminando sanzioni amministrative per 154.200 euro. Sono stati inoltre recuperati alle casse Inps e Inail contributi previdenziali e premi assicurativi per circa 604.000 euro.


I settori maggiormente interessati dai provvedimenti di interdizione sono l’edilizia (31 sospensioni) e l’agricoltura (20 sospensioni). Molta attenzione è stata riservata dai carabinieri del Nicl ai rapporti di lavoro fittizi del settore agricolo, soprattutto in concomitanza con le campagne di raccolta di pomodori, angurie e uva. Nel solo mese di luglio 2015 i militari del Nil hanno denunciato all’autorità giudiziaria 93 persone e accertato truffe ai danni dell’Inps per oltre 690 mila euro. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400