Cerca

bari calcio

Centrocampista cercasi
il nome nuovo è Dezi

jacopo dezi

DAVIDE LATTANZI
Scatta il mercato ed il Bari risponde presente. E’ cominciata ieri la sessione invernale della campagna trasferimenti che chiuderà i battenti il prossimo primo febbraio alle 23. Il club biancorosso potrebbe mettere a segno già un paio di colpi nelle prossime ore: terzino sinistro e mezzala di centrocampo le priorità da coprire quanto prima, magari per consentire al neo tecnico Andrea Camplone di ampliare il ventaglio delle scelte in vista del match del 15 sera, a La Spezia. Eventuali altri innesti saranno presi in considerazione soltanto quando l’allenatore pescarese avrà completato l’analisi del materiale a disposizione.

Ebbene, il primo volto nuovo dei biancorossi potrebbe essere Jacopo Dezi, 23 anni, centrocampista di proprietà del Napoli. Abruzzese di Atri, ha cominciato il suo percorso nel Giulianova, finendo già nel 2010 nell’orbita del club partenopeo. Nel 2012 è passato pure dalla Puglia, disputando un’ottima stagione a Barletta (26 presenze e sette reti), quindi ha militato a Crotone negli ultimi due anni, totalizzando 68 “caps” e quattro gol. Nello scorso biennio, è stato pure nel giro della nazionale under 21, con la quale conta quattro presenze ed una marcatura. Nato trequartista grazie alle spiccate doti tecniche, Dezi durante l’esperienza in Calabria ha affinato anche corsa e senso tattico affermandosi come interno di centrocampo. Nella mediana a tre di Camplone, quindi, si proporrebbe come una delle due mezzali, garantendo maggiore raccordo tra seconda linea ed attacco.

Il dialogo con il Napoli sarebbe ben avviato: sul giocatore ci sarebbe pure qualche compagine di A (lo ha sondato l’Empoli), ma l’impressione è che la trattativa possa andare in porto. Il direttore dell’area tecnica, Razvan Zamfir, potrebbe accelerare l’affare già oggi. A far posto a Dezi nella lista degli over 21 sarà Cristiano Del Grosso, out dopo il grave incidente stradale dello scorso 14 dicembre. Se la trattativa per il giocatore abruzzese si complicasse, resta sempre aperta la pista che conduce al brasiliano Martinho (Carpi).

Per la corsia difensiva mancina, invece, avanza Antonio Barreca, 20 anni, di proprietà del Torino, ma attualmente in prestito al Cagliari, dove, però, sta trovando poco spazio. Il club granata avrebbe già concesso un placet di massima al cambio di casacca del laterale, peraltro nel giro dell’under 21: occorre soltanto il sì dei sardi.

Con la formazione isolana, peraltro, è in piedi un ulteriore affare: si tratta del portiere Alessio Cragno, 21 anni, numero uno degli azzurrini allenati da Gigi Di Biagio. Un estremo difensore di grande prospettiva, ma in rossoblu chiuso dal “totem” Storari. Il Cagliari avrebbe interesse a non fargli trascorrere l’intero torneo in panchina, mentre il Bari vorrebbe reperire una valida alternativa ad Enrico Guarna, non proprio impeccabile nelle ultime esibizioni del 2015. Anche in questo caso, esistono i presupposti per il buon esito della negoziazione.

Negli altri reparti, Camplone avrebbe chiesto di bloccare momentaneamente trattative in uscita onde poter valutare anche chi finora non ha brillato o è stato poco utilizzato sotto la gestione di Davide Nicola. E’ il caso, ad esempio, di George Puscas e Gaston Camara che parevano in procinto di rientrare all’Inter, detentrice dei loro cartellini. Un discorso differente vale per chi è in scadenza di contratto: un contesto che riguarda da vicino Massimo Donati e Annis Petropoulos. Il vincolo del 34enne friulano scadrà a giugno e non sarà rinnovato: se il centrocampista ricevesse un’offerta conveniente, il Bari potrebbe favorire il suo trasferimento anche con una forma tipo incentivo all’esodo.
Petropoulos, invece, ha qualche offerta dal campionato greco: il centravanti è stato finora utilizzato con il contagocce e mai dall’inizio. Il suo addio è probabile, ma Camplone vorrebbe prima visionare anche lui. Un innesto in attacco sarà previsto, dunque, solo se la prima linea perderà qualche elemento. L’obiettivo Falcinelli (Sassuolo), benché assai complicato, non è accantonato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400